CHIUDI
CHIUDI

25.06.2019

Ponte sotto i ferri Al via i lavori per la sicurezza

Il ponte della Vittoria è oggetto di un intervento di messa in sicurezza da parte del Comune. MOLINARI
Il ponte della Vittoria è oggetto di un intervento di messa in sicurezza da parte del Comune. MOLINARI

Via alla messa in sicurezza del ponte della Libertà, partono le indagini preliminari. Obiettivo puntato sull’attraversamento che unisce la parte nord del quartiere Oltre Agno con il centro cittadino e l’area della stazione Svt. Il collegamento utilizzato ogni giorno da migliaia di automobilisti e pedoni ha bisogno di una revisione data l’età, specialmente dopo la tragedia del ponte “Morandi” di Genova l’appello rivolto dal ministero delle Infrastrutture ha trovato terreno fertile in città. Domani inizieranno i sondaggi geognostici della ditta specializzata di Vicenza “Giara Engineering”, che faranno arrivare in laboratorio campioni di terreno per studiarne la natura e predisporre gli interventi necessari. Questo “primo round” proseguirà fino al 12 luglio con ulteriori campionamenti. Nelle due giornate, per permettere alle squadre di effettuare i prelievi, dalle 8 alle 19 saranno chiusi alla circolazione di pedoni e biciclette i tratti della pista ciclabile in via Lungo Agno Manzoni e il marciapiede sul lato di viale Trento all’altezza dell’incrocio con via Vittorio Emanuele Marzotto. Gli interventi sul ponte, che rappresenta una delle tre infrastrutture principali insieme a quello della Vittoria e della Concordia, tra le due sponde dell’Agno realizzate negli anni Trenta per collegare la città vecchia con l’allora nuova Città sociale di Bonfanti, prevedono la messa in sicurezza antisismica e opere di manutenzione ordinaria. Per affrontare la spesa sono già stati messi nero su bianco nel bilancio di previsione 500 mila euro di cui 270 mila che arriveranno dalla Regione. «Il finanziamento richiesto ed ottenuto da Venezia è stato assegnato in base ad uno studio di fattibilità che prevedeva un costo totale di mezzo milione di euro -ha affermato il sindaco Giancarlo Acerbi-. Con le perizie geologiche che inizieranno domani e risultati di laboratorio alla mano si redigerà il progetto definitivo degli interventi e si avrà la certezza della spesa che dovrà essere affrontata. Non si tratterà solo di una messa in sicurezza antisismica, ma si procederà anche sulla staticità dell’opera restaurando parapetti e piloni di sostegno». Un restyling totale che, riguardando una struttura sotto l’ala della Sovrintendenza, potrebbe richiede un iter con tempi più lunghi dei normali interventi. «Calcolando le pratiche burocratiche speriamo di andare a gara entro fine anno -ha aggiunto Acerbi-. Come per il ponte della Vittoria, anche in questo caso la revisione è assolutamente necessaria e fa parte del programma di verifica predisposto dalla Regione per tutti i ponti. Siamo di fronte a un’infrastruttura che richiede attenzione e nel periodo dei lavori che richiederanno la chiusura dell’attraversamento potrebbero verificarsi disagi come è successo per il ponte della Vittoria. Per la sua posizione più defilata rispetto all’area scolastica dovrebbe comunque facilitare gli interventi. In ogni caso la sicurezza dei cittadini ha la priorità». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Veronica Molinari
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1