Castelgomberto

Pergole da truffa
per i contratti
Arriva “Striscia”

.
Giampaolo Giuriato con l’inviato di “Striscia” Moreno Morello
Giampaolo Giuriato con l’inviato di “Striscia” Moreno Morello

Contratti da truffa per pergole e pompeiane. È il sospetto della procura e della guardia di finanza, che hanno avviato indagini a carico di un artigiano, che venderebbe i manufatti incassando i soldi senza mai consegnarli.  

 

In paese a Castelgomberto, dove vive l’interessato, è arrivata la troupe di "Striscia la notizia" con Moreno Morello, che prima ha raccolto le testimonianze delle vittime e poi ha intervistato l’artigiano, che si è difeso dicendo che fanno fede i contratti. Le testimonianze raccolte da Morello danno conto di una realtà più articolata, che il tg ha anche filmato con una telecamera nascosta. L'uomo (che compare, sul web, come titolare di svariate aziende, con sedi a Castelgomberto, Dueville e Vicenza), a voce, spiegava che il pagamento era in tre step, il primo del 30 per cento del totale. Proponeva di fatto uno sconto del 50 per cento rispetto al "listino", ma nel contratto, con una clausola in piccolo, veniva indicato che la cifra (scontata) faceva riferimento ad una consegna entro tre mesi. Il che significa che se lui era in ritardo, ha chiosato l'inviato, a pagare il doppio era il cliente. 

 

E mentre "Striscia" ha annunciato approfondimenti, ora sul caso pergole stanno indagando Finanza, carabinieri e procura, per verificare la legittimità degli accordi.

Diego Neri