CHIUDI
CHIUDI

07.07.2019

Passa il Giro, ciclone rosa sulla vallata

Il parcheggio della ditta Valfer, nell’area Pip di Tezze, da dove partirà il Giro rosa giovedì alle 12Gli organizzatori studiano il percorso. FOTOSERVIZIO CARIOLATO
Il parcheggio della ditta Valfer, nell’area Pip di Tezze, da dove partirà il Giro rosa giovedì alle 12Gli organizzatori studiano il percorso. FOTOSERVIZIO CARIOLATO

Imprenditori e amministratori della valle dell’Agno “salgono sui pedali” per ospitare la settima tappa del 30° giro d’Italia in rosa, Cornedo-San Giorgio in Perlena, in programma giovedì 11 luglio. È la prima volta che un evento sportivo così importante, come la corsa a tappe femminile, che coinvolge circa 150 cicliste e 27 società, approda in vallata. Durante queste settimane la macchina organizzativa si è messa in moto per mettere a punto il complesso apparato logistico, tenuto conto che la tappa, lunga 120 chilometri, prevede un circuito di circa 30 chilometri lungo le strade, che si snodano a destra e sinistra del torrente Agno. Domani nel municipio di Cornedo si svolgerà l’incontro del Coc, il Centro Operativo Comunale, che per la prima volta sarà intercomunale, coinvolgendo amministratori, tecnici locali e forze dell’ordine oltre che di Cornedo, anche di Brogliano, Castelgomberto, Trissino e Valdagno, interessati dal circuito rosa. Per non essere di ostacolo alla gara, il mercato del giovedì di Cornedo sarà spostato al venerdì successivo, così il centro storico potrà essere totalmente a disposizione della carovana rosa. L’iniziativa ha trovato subito l’appoggio e il coinvolgimento degli imprenditori dell’area Pip di Tezze di Cereda. «Non potevamo lasciarci scappare questa occasione - afferma Giuseppe Fortuna, presidente del mandamento Ovest Vicentino di Confindustria, che da grande sportivo, si è fatto in quattro per portare la tappa rosa del giro d’Italia a Cornedo -. Non a caso la partenza avviene dall’area Pip. Gli imprenditori si sono sentiti coinvolti a tal punto, che si sono offerti per ospitare nelle loro aziende le cicliste delle 27 squadre durante la mattinata, in vista della punzonatura e dei preparativi fino alla partenza, alle 12». «Per i paesi della valle dell’Agno, attraversati dalla carovana rosa - ricorda -, sarà una grande occasione di visibilità, perché le immagini saranno diffuse in tutta l’Europa». «È una lodevole iniziativa quella messa in atto dagli imprenditori - aggiunge il sindaco di Cornedo, Francesco Lanaro -, che vogliono far risaltare le peculiarità del nostro territorio». Non solo gli imprenditori, anche i commercianti si sono organizzati per vivacizzare con addobbi a tema le loro vetrine. Giovedì c’è da aspettarsi il tutto esaurito nell’area Pip di Tezze di Cereda per assistere al suggestivo spettacolo del “Giro Rosa”. Ed ecco la mappa del circuito. Dopo la partenza nel parcheggio davanti alla ditta Valfer, le cicliste attraversano l’area industriale nord di Castelgomberto, scendono luno la strada provinciale 246, raggiungono Trissino; alla rotatoria del gigantesco leone di San Marco risalgono verso Brogliano, imboccano la strada intercomunale destra Agno fino alla rotatoria di Ponte dei Nori di Valdagno per fare ritorno a Cornedo, passando per il centro storico, quindi imboccano l’arteria provinciale Priabonese, varcano il passo di Priabona e proseguono la corsa fino all’arrivo di San Giorgio di Perlena. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Aristide Cariolato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1