Notte sul sagrato Preghiere e pensieri per l’accoglienza

Un salvataggio in mare.  ANSA
Un salvataggio in mare. ANSA

Prosegue il cammino delle “Notti vicentine sul sagrato”. Dopo gli incontri di Monteviale e di Valdagno, terzo appuntamento domani alle 21.30 a Trissino, presso la parrocchia di San Pietro, in via Dante Alighieri. Don Lucio Mozzo accoglierà sul sagrato della sua chiesa coloro che sono interessati a condividere questo momento di riflessione, approfondimento e preghiera sull’accoglienza dei migranti. «Anche dopo lo sbarco a Lampedusa dei migranti trattenuti per 19 giorni sulla Open Arms - spiegano gli organizzatori -, non si interrompe l’iniziativa di sensibilizzazione e solidarietà con le persone in fuga da guerre, carestie o situazioni di sofferenza e alla ricerca di una prospettiva di vita, e che spesso trovano invece la morte lungo il loro viaggio nel deserto, nei luoghi in Libia dove sono trattenuti contro la loro volontà, o nella pericolosa traversata del mare Mediterraneo». L’iniziativa, spiegano i promotori, «vuole essere un gesto concreto per smuovere le coscienze, per proporre una visione del mondo che vede nell’altro un essere umano, un fratello da accogliere e aiutare, e per esplorare strade che guardano al dialogo, all’accoglienza e all’integrazione». L’invito è esteso a «chiunque vuole condividere questa prospettiva e questo impegno: a ciascuno sarà offerta la possibilità di mettere a disposizione in modo libero e spontaneo un pensiero, una lettura, una poesia, una preghiera. Chi lo vorrà potrà poi trattenersi per tutta la notte, portando con sé ciò che serve per il pernottamento sul sagrato di Trissino. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

F.BR.

Suggerimenti