Cornedo

L'auto va in fiamme: «Potevo morire, salva per miracolo»

La Fiat Panda distrutta dalle fiamme divampate in piazza San Marco a Muzzolon (Cariolato)
La Fiat Panda distrutta dalle fiamme divampate in piazza San Marco a Muzzolon (Cariolato)
La Fiat Panda distrutta dalle fiamme divampate in piazza San Marco a Muzzolon (Cariolato)
La Fiat Panda distrutta dalle fiamme divampate in piazza San Marco a Muzzolon (Cariolato)

L'auto va a fuoco e, per poco, lei non resta intrappolata tra le fiamme. Se l'è vista brutta, ieri mattina, Monica Lovisetto, che ha rischiato di rimanere ustionata, o peggio, a causa di un incendio che ha distrutto la sua auto per un probabile cortocircuito all'impianto elettrico. «Potevo morire, sono salva per miracolo», ha detto nell'immediatezza dell'accaduto ancora agitata per la drammatica situazione.

L'incendio La cornedese, di circa 40 anni, era ormai in procinto di salire sul veicolo quando il rogo ha avvolto, in brevissimo tempo, la Fiat Panda. È accaduto alle 10.15 quando era appena uscita da una della abitazioni a schiera di contrada piazza San Marco di Muzzolon. È stata una residente a richiamare, in modo provvidenziale, la sua attenzione: era alla finestra e ha visto uscire del fumo dalla vettura; pochi istanti dopo sono divampate le fiamme.

La paura e i danni Il fumo è rimasto a lungo visibile anche da altre vie della zona, a causa dell'incendio che è partito dal vano motore del veicolo per poi avvolgere tutta la vettura proprio mentre la donna era intenta a salire sull'auto. Una prima stima dei danni supera i 30 mila euro, tenuto conto del veicolo finito praticamente in cenere, della vicina pompeiana in legno bruciata, delle conseguenze riportate dalla porta d'entrata e dai balconi a causa del fumo e del fuoco, nonché dall'impianto elettrico che, a causa di ciò che è accaduto, è andato fuori uso. Lovisetto era stata in visita alla famiglia Dalla Valle, in contrada: «Mi sento miracolata - ha detto ieri mattina, ancora scossa per quanto accaduto -. Non voglio nemmeno immaginare cosa mi sarebbe capitato se le fiamme fossero arrivate a lambirmi all'interno dell'abitacolo. Devo ringraziare la tempestività di una componente della famiglia di Luca Dalla Valle che si è accorta di quanto stava accadendo e mi ha subito avvisata». «Un grande spavento - ha aggiunto Dalla Valle -. L'intervento dei vigili del fuoco di Schio è stato molto utile perché sono riusciti a spegnere il rogo dell'auto evitando il propagarsi delle fiamme con conseguente aumento dei danni».

Soccorsi Al momento dell'incendio è stato grande lo spavento sia di Lovisetto e di Dalla Valle, che degli altri residenti della contrada che si sono subito premurati di assistere la proprietaria del veicolo e di tentare di domare le fiamme utilizzando alcuni estintori. Tutto inutile, il rogo si era talmente esteso che è stato impossibile averne ragione. Solo con l'arrivo dei pompieri la situazione si è risolta. Le fiamme sono state estinte anche se, nel frattempo, si erano già estese ad alcune strutture adiacenti dopo aver distrutto la Fiat Panda.

Aristide Cariolato