CHIUDI
CHIUDI

20.05.2019

Volantini al veleno Il sindaco fa denuncia

Il municipio di Cornedo: il paese avrà un nuovo sindaco
Il municipio di Cornedo: il paese avrà un nuovo sindaco

Una mozione, presentata ancora lo scorso anno e di cui avevamo già dato conto sulle pagine del nostro giornale, torna alla ribalta in prossimità del voto amministrativo sotto forma di volantino anonimo, trovato nelle cassetta delle lettere da cittadini di Cornedo. Il sindaco Martino Montagna ha presentato ai carabinieri una denuncia contro ignoti. «I contenuti del volantino sono presi - spiega il primo cittadino - da una mozione che risale a luglio 2018. Non è stata messa all'ordine del giorno in quanto il regolamento del consiglio comunale prevede che, laddove i contenuti siano ritenuti diffamatori o lesivi della privacy di privati cittadini o amministratori, il consiglio stesso può rinviare la trattazione. Visto il contenuto diffamatorio il Comune, per tramite del prefetto, ha chiesto un parere al ministero degli Interni circa la legittimità di tale atto e, ad oggi, è ancora in attesa che il Ministero si esprima». I contenuti della mozione riguardavano fatti risalenti ad alcuni anni orsono, collegati ad un esposto inviato nel 2015 alla Corte dei Conti per valutare se l’operato dell’amministrazione, in merito a pagamenti di perequazioni e Imu da parte di privati, avesse comportato un danno erariale attraverso presunti trattamenti di favore. «Va bene la lentezza della giustizia - sottolinea il sindaco - ma com’è possibile che in tutto questo tempo non siano arrivati uno straccio di notifica, avviso o richiesta d’atti da parte della procura e della Corte dei Conti? Per questi motivi ho sporto denuncia, chiedendo che vengano messe in atto tutte le attività necessarie al fine di bloccare la diffusione di questo volantino diffamatorio. Attualmente mi risulta con certezza che l’unico procedimento in corso è nei confronti dei presentatori della mozione Massimo Sbicego, Claudio Zamperetti, Dino Grande, Guido Cariolato e Stefano Zarantonello». Il sindaco Montagna conclude: «Mi dispiace enormemente essere stato costretto, come ultimo atto da sindaco che deve vigilare sulla sua comunità, a dover presentare questa denuncia contro ignoti, augurandomi che non rimangano ignoti ancora a lungo». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

G.Z.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1