CHIUDI
CHIUDI

11.01.2020

Precipita dal tetto dell’azienda Gravissimo operaio di 22 anni

L’infortunio è avvenuto all’interno dell’azienda Crocco Spa.  ZORDANIntervenuti un’ambulanza e l’elicottero del Suem.  FOTO ZORDAN
L’infortunio è avvenuto all’interno dell’azienda Crocco Spa. ZORDANIntervenuti un’ambulanza e l’elicottero del Suem. FOTO ZORDAN

Gravissimo dopo essere precipitato dal tetto di un’azienda. È ricoverato, con prognosi riservata nel reparto di rianimazione, il giovane operaio dipendente della Pascal Impianti di Cornedo, rimasto coinvolto in un infortunio sul lavoro ieri alla Crocco Spa, in via Monte Ortigara a Cornedo dove stava volgendo alcuni lavori. Si tratta di Sebastiano Dalla Gassa, 22 anni, residente ad Altissimo. L’infortunio è avvenuto intorno alle 8.30. La dinamica è al vaglio del personale dello Spisal e dei carabinieri di Valdagno che stanno accertando le cause di quanto accaduto. Il giovane è caduto da un’altezza di circa sei metri. Dopo l’allarme lanciato da alcuni operai, sul posto è intervenuta un’ambulanza dell’ospedale di Valdagno ma contemporaneamente è stato allertato anche l’elisoccorso. Il 22enne, è stato stabilizzato e intubato sul posto e poi trasportato con l’elicottero di Verona Emergenza (il pilota ha evidenziato grande abilità atterrando nel ristretto spazio del piazzale della ditta) al San Bortolo di Vicenza. «Il primo nostro pensiero - hanno fatto sapere dalla Crocco e dalla Pascal Impianti - va alla persona vittima della caduta e alla famiglia a cui esprimiamo vicinanza. L’incidente è avvenuto in occasione di una prestazione svoltasi nell’ambito di un contratto d’appalto tra Crocco e Pascal Impianti il cui rapporto di collaborazione è consolidato, come sono consolidate le prassi in termini di sicurezza che prevedono il ligio rispetto di quanto previsto dalla legge. La sicurezza delle persone è uno dei cardini del nostro operare e che Crocco richiede a tutte le aziende che prestano servizi all’interno dei propri stabilimenti. Il contratto di appalto comprende un controllo dell’idoneità professionale dell’azienda fornitrice d’opera e di tutti gli operatori interessati dall’intervento, ivi compresa la regolarità della formazione sulla sicurezza. Stiamo assicurando la completa collaborazione con lo Spisal e le forze dell’ordine al fine di ricostruite le circostanze dell’incidente». Massimiliano Bianco di Filctem Cgil, Alessandro De Cao di Femca Cisl e Stefania De Persio di Uiltec sottolineano che «va incrementato il numero di ispettori Spisal delle Ulss per aumentare le visite preventive nei luoghi di lavoro. Più spazio alla formazione». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

G.Z.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1