CHIUDI
CHIUDI

13.07.2019

Muore 3 settimane dopo l’incidente Aperta l’inchiesta

L’incidente è avvenuto sulla Provinciale San Martino.  CARIOLATO
L’incidente è avvenuto sulla Provinciale San Martino. CARIOLATO

Muore a 22 giorni dall’incidente stradale. Giuseppe Fin, pensionato di 80 anni che viveva da solo in via Pietragrossa in centro storico, non ce l’ha fatta. Il sostituto procuratore Pipeschi ha aperto un fascicolo per omicidio stradale, ma senza indagati, perché dalla dinamica del botto, rilevata dalla polizia locale consortile “Valle Agno” la responsabilità sarebbe stata del pensionato stesso che ha attraversato la strada in bicicletta senza dare la precedenza all’auto che lo ha investito. Il magistrato non ha disposto l’autopsia sul corpo dell’anziano, perché la morte sarebbe dipesa dalle lesioni interne subite al momento dell’incidente e ha dato il nulla osta per il funerale, che si svolgerà martedì prossimo alle 10 nella chiesa parrochiale San Giovanni Battista. La direzione dell’ospedale di Valdagno ha voluto comuque effettuare un esame autoptico come misura cautelativa allo scopo di conoscere esattamente le cause della morte. L’incidente è avvenuto il 14 giugno scorso sulla strada provinciale San Martino, all’altezza del dosso. Secondo quanto ricostruito dalla polizia locale, Giuseppe Fin ha attraversato la carreggiata finendo travolto dall’auto Nissan Micra, condotta da una 24enne di Cologna Veneta, diretta a Valdagno. Il ferito, soccorso da un ambulanza del Suem, era stato trasportato ad Arzignano in condizioni di salute che non sembravano gravi al punto da essere in pericolo di vita. Ricoverato in reparto, Giuseppe Fin era stato curato per alcuni traumi al torace e quindi era stato inviato al nosocomio di Valdagno per proseguire la degenza. Invece, sabato notte è arrivato improvviso il decesso avvenuto, da quanto si è saputo, per arresto cardiocircolatorio. Della morte del pensionato è stata informata la procura di Vicenza e ieri il pubblico ministero ha dato il nulla osta per il funerale; sempre ieri è stata effettuata l’autopsia ospedaliera le cui risultanze non sono note. La morte di Giuseppe Fin, che lascia la cognata Maria con i nipoti, ha destato profondo cordoglio in paese, dove il pensionato era molto conosciuto. Per trenta anni ha lavorato con diverse mansioni come dipendente della storica cooperativa di consumo al centro del paese in via A. Moro, ricevendo vivi apprezzamenti per la competenza e la disponibilità. Dote che ha continuato a coltivare da pensionato alla casa di riposo Tassoni. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Aristide Cariolato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1