CHIUDI
CHIUDI

09.06.2019

La giunta Lanaro è già in pista

La nuova  giunta composta da tre assessori più il sindaco. In futuro potrebbero arrivarne altri.A.C.Il municipio di Cornedo
La nuova giunta composta da tre assessori più il sindaco. In futuro potrebbero arrivarne altri.A.C.Il municipio di Cornedo

Angelo Frigo, già assessore al comune di Arzignano, Elena Peloso, per lei una riconferma, e Daniela Nervo, alla sua prima esperienza, sono i tre assessori della giunta del sindaco Francesco Lanaro, eletto nelle elezioni comunali dello scorso maggio. «Mi sono confrontato con il gruppo, che ha sostenuto la mia candidatura prima di scegliere - afferma il neo sindaco -. Ho seguito l’idea di individuare le persone maggiormente adatte a perseguire gli obiettivi del programma. Quindi, ho tenuto conto, certamente, delle preferenze ottenute, ma soprattutto mi sono affidato alle competenze e capacità dimostrate nel raggiungere gli obiettivi in precedenti esperienze come nella vita privata. Nella mia visione gli assessori devono essere una sorta di manager, capaci di programmare e lavorare per raggiungere gli obiettivi condivisi con la squadra». Angelo Frigo, vicesindaco, seguirà i lavori pubblici, il centro storico, personale, patrimonio, verde pubblico, affari legali, trasparenza amministrativa, prevenzione della corruzione; Elena Peloso si occuperà di urbanistica, pianificazione e riqualificazione del territorio, edilizia privata, istruzione e politiche giovanili; Daniela Nervo è assessore al sociale, famiglia, politiche abitative, pari opportunità, eventi. «Per adesso va bene così. Non escludo di integrare la giunta nei prossimi mesi (fino a cinque, ndr) – ha precisato Lanaro - ma volevo garantire subito agli uffici la guida necessaria. Le cose da fare sono molte, basta pensare all’avvio dei cantieri, rotatoria Coste e Priabonese, mappatura della viabilità, recupero del centro storico, IV lotto della 246» . Il primo cittadino uscente Martino Montagna per ora rimane fuori e pare che abbia deciso di chiudere con la politica, ma qualcuno sostiene che possa rimanere aperta una porta per lui in giunta vista anche l’esperienza acquisita. Il sindaco si è riservato la sicurezza urbana, protezione civile, comunicazione, relazioni istituzionali, servizi demografici, attività sportive, bilancio e tributi, cultura, commercio, attività produttive, identità e tradizioni venete. «Ho scelto di farmi aiutare anche dai consiglieri comunali di maggioranza, atribuendo delle deleghe, ritagliate sulle loro attitudini_ Pietro Zamperetti ha la delega al decoro urbano e contrade; Anna Zarantonello alla ristorazione scolastica; Sabina Cerri ai rapporti con le scuole; Giovanni Ambrosini con le associazioni; Luca Roncari al turismo e DeCo; Enzo Gonzato con le associazioni venatorie e agricoltura». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Aristide Cariolato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1