CHIUDI
CHIUDI

16.04.2019

Addio al ciclista
che portò la prima
televisione a Cereda

Mario Piazzon mentre festeggia un compleanno con le figlie
Mario Piazzon mentre festeggia un compleanno con le figlie

CORNEDO. Più che per le sue imprese ciclistiche, compresa quella di stare al passo di Bartali e Coppi, lungo la salita del lago di Caldonazzo, Mario Piazzon sarà ricordato a Cereda per aver portato la prima televisione in paese. "El Moro Petea" come tutti lo chiamavano, se n'è andato domenica, a 94 anni e la notizia è diventata l'occasione per molti, soprattutto i non più giovanissimi, per ricordare. Era il 1956 quando Piazzon decise di utilizzare parte dei soldi vinti con le gare ciclistiche per acquistare un televisore. Un apparecchio mastodontico, che collocò nel dopolavoro gestito dalla famiglia, mettendolo di fatto a disposizione della comunità. Tanta era la curiosità di fronte alle immagini che uscivano da quella macchina e ben presto si cominciò a fare a gara per accaparrarsi il posto per vedere Rin Tin Tin o Robin Hood. Ma il pienone, già allora, si faceva in occasione della coppa del Rimet, com'era chiamata la coppa del mondo di calcio.

Il funerale sarà celebrato martedì 16 aprile, alle 15, nella chiesa parrocchiale di Cereda.

 

    

Aristide Cariolato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1