CHIUDI
CHIUDI

21.07.2019

Buchi nella parete
per spiare la vicina
Condanna a 9 mesi

Buchi nella parete per spiare la vicina
Buchi nella parete per spiare la vicina

VALDAGNO. Molestava la vicina. Un 55enne, che all’epoca dei fatti abitava a Valdagno, aveva fatto intendere alla signora Antonia, 71 anni, di essere costantemente controllata. L’uomo la chiamava al telefono e aveva perfino fatto due buchi nel muro confinante che dava sulla camera da letto della pensionata. Che lo ha denunciato per atti persecutori, dando il via al processo conclusosi con la condanna dell’imputato a 9 mesi. L'uomo dovrà pure risarcire alla parte civile 7.500 euro più gli interessi, ai quali si aggiungono altri 3.420 euro come rifusione delle spese processuali. La vicenda processuale, però, potrebbe non concludersi con la sentenza di primo grado. La difesa dell’imputato, infatti, sta valutando di presentare ricorso in appello.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1