CHIUDI
CHIUDI

20.10.2019

Due cartucce in cortile Arrivano i carabinieri

Il cortile della scuola elementare Dante Alighieri di Zanè. DAL MASO
Il cortile della scuola elementare Dante Alighieri di Zanè. DAL MASO

Un pizzico di emozione, condito da paura e da una più che legittima curiosità e preoccupazione sul come e perchè. Soggetto le scuole, istituzione che dovrebbe essere sicura per eccellenza. Oggetto le cartucce dei fucili da caccia abbandonate laddove i bimbi giocano. È accaduto nella mattinata di venerdì, quando due cartucce, una carica e un bossolo, quindi privo dei relativi pallini, sono state rinvenute da un paio di alunni nel cortile della scuola elementare “Dante Alighieri” di via Arturo Ferrarin. «Un bambino ha trovato nel cortile della scuola una cartuccia e l'ha consegnata immediatamente alla sua insegnante – racconta il sindaco di Zané Roberto Berti -. Poco dopo una altro alunno ha trovato un bossolo e a sua volta l'ha consegnato all'insegnante che, a questo punto, ha ritenuto necessario visto che non si trattava di un unico caso avvisare il dirigente scolastico Cristiano Rossi. Il preside si è messo subito in contatto con i carabinieri di Thiene che hanno raggiunto la scuola e preso in consegna le due cartucce». Per la sicurezza di tutti, una volta che gli alunni erano tornati a casa, l’area è stata interdetta da parte degli uomini dell'Arma ed è stato compiuto un accurato sopralluogo in tutto il cortile. «Si presuppone – continua il primo cittadino - o che sia stato qualcuno che le ha gettate dentro il cortile, oppure che qualche ragazzino che ha il papà cacciatore le abbia prese di nascosto a casa e portate a scuola. Qualunque sia la situazione reale non trovo gli estremi per dover aver paura, ma è comunque giusto andare a fondo. È infatti è stata presentata regolare denuncia al Comando dei carabinieri di via Lavarone. È sempre meglio essere prudenti parlando di bambini che vanno dai 6 ai 10 anni. Ora tutta l'indagine è nelle mani dei carabinieri. Lunedì la scuola sarà aperta regolarmente perché è stato constatato che è completamente sicura per tutti bambini e insegnanti compresi». «Mi permetto un appello ai genitori che sono cacciatori. Chiedo loro di stare molto attenti e non lasciare cartucce in casa a portata di mano dei propri figli perché possono diventare pericolose. E se le portassero a scuola creare un panico che in un luogo del genere non deve esistere», conclude il sindaco. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Silvia Dal Maso
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1