CHIUDI
CHIUDI

23.06.2019

Un bosco salva aria in zona cimitero

L’area del cimitero  dove le minoranze propongono di creare un bosco. STUDIOSTELLA - CISCATO
L’area del cimitero dove le minoranze propongono di creare un bosco. STUDIOSTELLA - CISCATO

Un grande bosco urbano a ridosso del cimitero di Thiene, per garantire al quartiere dei Cappuccini un nuovo polmone verde in grado di contrastare l’inquinamento atmosferico che si preannuncia dopo il raddoppio del Carrefour e il conseguente, annunciato, aumento di traffico. È quanto proposto al Comune dai gruppi di minoranza Liberi a Destra Thiene, Movimento 5 Stelle e Lega Nord, che vorrebbero circondare il camposanto di piante e macchie verdi, creando allo stesso tempo anche delle zone adibite al gioco per i più piccoli. Un misura in realtà già prevista dagli strumenti urbanistici comunali più di dieci anni fa, ma mai attuata, che ora torna attuale e urgente in vista proprio dell’ampliamento del Carrefour che avrà come conseguenza lo spostamento di una buona fetta del traffico sulle vie residenziali del quartiere. «È noto che tra le criticità ambientale della città vi sono le elevate concentrazioni di Pm10 - fanno presente i capigruppo delle minoranze, firmatari della mozione - derivanti dall’intenso traffico veicolare, un problema evidenziato anche dalla commissione regionale Vas nel 2010. Ora, l’imminente ampliamento del Carrefour, con le conseguenti modifiche alla viabilità che porterà il traffico nella zona residenziale posta sul retro del centro commerciale, determinerà una massiva intensificazione del traffico nel quartiere dei Cappuccini e dunque un aumento di anidride carbonica, polveri sottili e altri inquinanti». «Chiediamo pertanto al Comune - è la loro proposta - di attuare quanto previsto dal Piano degli Interventi e, in particolare, di realizzare sui tre lati del cimitero un grande bosco urbano e, lungo la viabilità circostante, macchie di verde estensivo con zone dedicate al gioco». Un progetto innovativo che, fa sapere il Comune, potrà essere realizzato solo in parte dato che il grande bosco va a scontrarsi con le previsioni di ampliamento del cimitero. Alla proposta della minoranza, sindaco e giunta rispondono dunque con una propria: la piantumazione di cinquemila metri quadri di verde tra le mura del cimitero e via Biancospino. «È vero che il Pat prevede lungo i tre lati del cimitero la realizzazione di una fascia boscata - ha replicato Andrea Zorzan, assessore all’ambiente - c’è però un problema tecnico: in futuro infatti potrebbe esserci necessità di un ampliamento del cimitero che porterà ad uscire dall’attuale perimetro sul lato della ferrovia (l’altro lato è infatti di proprietà privata, ndr). Sarebbe una follia posizionare oggi delle piante in questa zona, sapendo che poi potrebbe essere necessario abbatterle per fare spazio alle tombe». «Il fianco su cui sono sicuro che posso procedere con questo progetto - ha così precisato l’assessore - è solo via Biancospino dove ho a disposizione cinquemila metri quadri; per questo abbiamo già dato incarico ad un professionista per definire uno studio di fattibilità che ci dirà modalità e costi dell’operazione». Una controproposta che tuttavia è stata mal digerita dalle minoranze. «Per i prossimi 30-40 anni l’area cimiteriale sarà più che sufficiente a soddisfare le necessità della città - ha sottolineato Attilio Schneck (Lega Nord) - per cui non vedo il motivo per non fare l’area boscata anche verso la ferrovia e poi eventualmente modificarla in base alle future esigenze del Comune». «Credo che si potrebbero benissimo piantumare alberi anche nella fascia di rispetto ferroviario - ha concluso Abramo Tognato (Movimento 5 stelle) - che mi risulta essere molto più grande dell’area verde di via Biancospino». «Sarebbe utile chiedere all’esperto di valutare un piano di fattibilità su tutti e tre i lati del cimitero così che in futuro si possa procedere con la realizzazione dei boschi urbani anche sui rimanenti due lati» ha aggiunto Christian Azzolin (Liberi a Destra). La proposta di realizzare un bosco urbano in via Biancospino è stata così approvata soltanto con il parere favorevole della maggioranza. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alessandra Dall’Igna
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1