Marano Vicentino

Tragedia all'alba: 19enne in bici travolto e ucciso mentre va al lavoro. L'autista era ubriaco

L'auto e la bici dopo l'incidente (Foto Donovan Ciscato)
L'auto e la bici dopo l'incidente (Foto Donovan Ciscato)
L'auto e la bici dopo l'incidente (Foto Donovan Ciscato)
L'auto e la bici dopo l'incidente (Foto Donovan Ciscato)

Tragedia all'alba di sabato 7 agosto a Marano Vicentino. Un ragazzo di 19 anni è stato travolto e ucciso da un'auto lungo la "Maranese", tra Marano e Schio. L'investimento mortale è avvenuto poco dopo le 5.30 all'altezza della multisala Starplex.

Secondo le prime informazioni, il giovane, Alioune Ndiaye di origini senegalesi, era in sella alla sua bici e stava viaggiando da Marano, dove abitava con la famiglia, verso Schio per recarsi al lavoro in una ditta di Schio dove aveva da poco iniziato a lavorare come operaio. All'improvviso, per cause in corso di accertamento, è stato centrato in pieno da un'Alfa Romeo guidata da D.N., 23 anni di Schio, che proveniva dalla stessa direzione. In seguito all'urto, violentissimo, il 19enne è stato sbalzato per diversi metri finendo nel fossato che costeggia la carreggiata. 

Immediato è scattato l'allarme al 118, ma all'arrivo del personale del Suem per il ragazzo non c'era già più nulla da fare. Sul luogo dell'incidente sono intervenuti anche i carabinieri di Thiene per i rilievi e ricostruire la dinamica. Il conducente dell'Alfa Romeo, risultato positivo all'alcoltest, è ora indagato per omicidio stradale.

Silvia Dal Maso