Marano Vicentino

Smaltiscono rifiuti
pericolosi a casa
di un "accumulatore"

.
I due "furbetti" dei rifiuti immortalati dalle telecamere
I due "furbetti" dei rifiuti immortalati dalle telecamere

Approfittando della nomea di un maranese, noto per essere un "accumulatore seriale", avevano pensato bene di smaltire rifiuti nel cortile della sua abitazione, convinti di farla franca. A smascherarli, però, ci hanno pensato gli agenti della polizia locale, che hanno sanzionato con una multa da 1.200 euro un cittadino di Schio e uno di Marano.

 

Nel corso dell'applicazione dell'ultima ordinanza, a metà settembre, l'accumulatore aveva riferito alla polizia locale di avere compreso la situazione, ma di essere stato a volte vittima di terze persone, che abbandonavano rifiuti a sua insaputa quando lui non era presente. Lo scorso 11 ottobre è quindi arrivata la segnalazione, sia da privati cittadini che dai proprietari dell'abitazione, del fatto che all'interno del cortile erano stati depositati diversi rifiuti, tra cui una motosega rotta, tubi metallici ed in plastica. A ridosso della recinzione, inoltre, era stata appoggiata una grossa bombola di elio esaurita. 

 

Gli agenti hanno quindi verificato le immagini della videocamera precedentemente installata, constatando che il tutto era stato effettivamente smaltito sul posto da ignoti, alle 14 del giorno precedente. Grazie ad accertamenti incrociati con i sistemi di lettura targhe, la polizia locale è risalita al proprietario dell'autocarro utilizzato per il trasporto del materiale. L'uomo, però, ha spiegato di aver prestato il mezzo ad alcuni conoscenti, indicandoli con precisione. Di qui la contestazione di verbale per abbandono di rifiuti pericolosi a un cittadino di Schio e a uno di Marano Vicentino, che dovranno ora pagare 1.200 euro