CHIUDI
CHIUDI

14.05.2019

Sicurezza in paese Il Comune investe oltre 240 mila euro

Nuovi  interventi  nel segno della sicurezza nel comune di Sarcedo
Nuovi interventi nel segno della sicurezza nel comune di Sarcedo

Tre “conquiste” importanti per Sarcedo che prevedono interventi da parte del Comune per oltre 240 mila euro.Il lavoro degli ultimi mesi ha portato alla vendita di un lotto di sua proprietà situato nella zona artigianale, ottenendo ben 153 mila euro che saranno investiti per l'adeguamento sismico delle scuole. IL PROGETTO. «Il merito va tutto al vicesindaco Maria Teresa Campese – commenta soddisfatto il primo cittadino Luca Cortese -. L'inizio di questo percorso risale ancora a tre anni fa, nel 2016, quando abbiamo approvato in Consiglio una variante al Piano degli Interventi nella zona artigianale. Dopo una ricognizione dal punto di vista urbanistico e ricalcolando tutti gli standard, siamo riusciti a liberare un lotto di proprietà comunale destinato a verde che poi abbiamo trasformato in edificabile. Il lotto, così da un pregio economico pari a zero è passato ad avere un buon valore tanto che adesso siamo riusciti a venderlo a 153 mila euro. Nascerà un'attività commerciale di ferramenta. Il denaro introitato verrà utilizzato per un aspetto importante della sicurezza dei nostri ragazzi quando vanno a scuola, ovvero l'adeguamento antisismico degli edifici scolastici». PIÙ SICUREZZA. L'Amministrazione Cortese ha poi recentemente approvato il progetto definitivo-esecutivo della messa in sicurezza di due strade attraverso una nuova pubblica illuminazione. «Il denaro è già nelle nostre mani e arriva da un contributo statale – spiega il sindaco -. Parliamo di una spesa di 70 mila euro che andrà ad interessare due strade della periferia di Sarcedo, via Casoni e parte di via San Pietro. La prima è diventata oggi, dopo il cantiere della Superstrada Pedemontana Veneta, molto trafficata. Necessita, quindi, di essere messa in sicurezza. Ecco, dunque, che la illumineremo seguendo le direttive del risparmio energetico, con lampade a led. Inoltre, con un secondo appalto faremo realizzare dei dissuasori di velocità». La seconda strada, via San Pietro, è molto lunga e il Comune, nonostante il finanziamento arrivato dallo Stato, attualmente non ha la possibilità di rifare tutta l'illuminazione. È stata, quindi, presa la decisione di fare i lavori in metà strada, in attesa che arrivino altri contributi e si possa così completare il tutto. BARRIERE ARCHITETTONICHE. Il terzo intervento è legato all'abbattimento delle barriere architettoniche. «Sono lavori che si rendono necessari in una società civile soprattutto nei luoghi pubblici – dichiara Cortese -. Presto partiranno le opere di miglioramento del bagno del locale “la Pergoletta”, un immobile di proprietà comunale in via Roma. L'intenzione è di consentire a chi è costretto a muoversi su una sedia a rotelle, la manovra e l'uso degli apparecchi, l'accostamento laterale alla tazza e quello frontale al lavabo. La spesa per l’intervento sarà di 18 mila euro». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Silvia Dal Maso
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1