CHIUDI
CHIUDI

30.11.2019

Antimafia, perquisito un professionista

Una pattuglia dei carabinieri
Una pattuglia dei carabinieri

Nell'ambito dell'operazione antimafia “Hope” che ha portato in carcere 9 persone tra Calabria, Veneto e Lombardia, responsabili di gravi episodi delittuosi compiuti con modalità mafiose e con finalità di agevolare la cosca Bellocco di Rosarno (Reggio Calabria), è stato perquisito anche un professionista di Sandrigo che possiede delle attività in Slovacchia. Il controllo effettuato su Dino Nicoli, 40enne, residente in via Balcinelle 25/a, è risultato negativo e l’uomo non risulta indagato. A finire dietro le sbarre Marta Magri, mantovana 56enne assieme ai suoi complici il moldavo, Gheorghe Lozovan, 43 anni, e gli albanesi Eduard Keta, 35 anni e Kleant Curri, 25 anni, ingaggiati da due padovani, Alberto Campagnaro, 49 anni e ad Alberto Reale, 42 anni che avevano coinvolto anche Roberto Bortolotto, 58 anni sempre di Padova. Secondo gli inquirenti, la donna ha assoldato dei criminali legati alla ’ndrangheta per intimidire il nipote e la cognata in modo da risolvere una controversia economica legata a un’eredità. Il suo proposito però è stato scoperto dai carabinieri. La Magri si era rivolta ad Antonio Loprete, 56 anni, della cosca dei Bellocco, che inizialmente aveva affidato l’esecuzione dell’azione intimidatoria al nipote Francesco Corrao. Il 24 gennaio del 2018, però, quest’ultimo è finito in carcere per un’altra vicenda e così Loprete è stato costretto a cambiare i propri piani. A quel punto Loprete ha assegnato l’incarico ai padovani Alberto Campagnaro, 49 anni, e Alberto Reale, 42, pagati dalla Magri con 3 mila euro. Il 19 giugno il nipote della Magri è stato picchiato a sangue mentre usciva da una tabaccheria di Governolo (Mantova) ed è stato costretto al ricovero in ospedale per la frattura della mascella e la compromissione della dentatura, ferite giudicate guaribili in 100 giorni. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

S.D.M.
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1