Una sequenza di reati in 45 minuti

Raid di scippi e rapine con la moto da cross, 18enne sfida la polizia. Arrestato

Scippi e rapine con la moto da cross, giovane sfida la polizia: identificato e arrestato. Una sequenza di reati, tutti in un pomeriggio, il 12 gennaio nell'arco di 45 minuti, quelli commessi da Nizar Lemma, 18 anni, residente a Thiene, denunciato per tutti gli episodi. Il giovane è stato arrestato poco prima delle 14 ieri, venerdì 15 gennaio, dalla polizia locale dopo vari servizi di appostamenti e in seguito ad un rocambolesco tentativo di fuga. Il 18enne era ricercato da una settimana.  

 

I REATI.  Nizar Lemma, in un solo pomeriggio aveva messo a segno cinque reati: alle 15.05 del 12 gennaio la prima rapina a Piovene Rocchette; alle 15.20 il furto con strappo a Carrè; alle 15.27 un'altra rapina a Carrè; alle 15.45 furto su un'auto a Piovene Rocchette e alle 15.50 un tentato furto su autovettura a Piovene Rocchette. 

 

 

LA VICENDA. Tutto è iniziato nel pomeriggio di sabato 09 gennaio, quando una pattuglia della polizia locale Nordest vicentino si è avvicinata per un controllo ad un gruppo di giovani che stazionava in via Cinquevie a Zugliano. Vedendo l'avvicinarsi della pattuglia, un giovane che indossava un casco bianco, ha avviato la moto sulla quale era in sella, allontanandosi. La targa del motociclo rilevata dagli agenti risultava però contraffatta.

In altre successivi controlli della polizia locale sul territorio, lo stesso conducente della moto si era avvicinato agli agenti, con atteggiamento di sfida, talvolta impennando per poi darsi alla fuga. In una circostanza, però, un agente era riuscito a riconoscere, attraverso la visiera del casco, un giovane residente a Thiene già noto alla polizia locale per altri fatti. Dopo vari sopralluoghi eseguiti nell'abitazione del ragazzo e grazie ad una serie di controlli incrociati, la polizia è però riuscita a risalire alla targa del motociclo, che risulta essere un Ktm 250 rubato a Thiene ai primi di dicembre.

 

 

In seguito ai furti e alle rapine del 12 dicembre, poi, la polizia locale ha iniziato a pedinare costantemente il sospettato. Ed ieri il cerchio è stato chiuso. Pattuglie in abiti borghesi hanno bloccato il giovane sospettato in via Meucci a Thiene, dove era fermo in sella alla moto. Nel vedere uno degli agenti avvicinarsi velocemente, il motociclista ha avviato il motore ma, non avendo il tempo di innestare la marcia, ha gettato la moto addosso al poliziotto, dandosi alla fuga a piedi dalla parte opposta. Un altro agente, però, gli si è posto davanti e il fuggitivo ha tentato di sfondare il blocco utilizzando come ariete il casco che indossava. I due sono finiti a terra, ma sono stati subito raggiunti da altri agenti che hanno bloccato il 18enne, poi identificato appunto in Lemma.

 

L'ARRESTO. Il giovane è stato arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, nonchè denunciato per ricettazione del motociclo e contraffazione della targa del motociclo. È stato inoltre denunciato per tutti i reati perpetrati nel pomeriggio di martedì 12 gennaio; reati per i quali sono in corso accertamenti per l'identificazione dei  complici. Il 18enne è stato anche sanzionato per varie infrazioni al codice della strada, tra le quali "guida senza patente", oltre alla segnalazione alla prefettura di Vicenza quale assuntore di sostanze stupefacenti.

Suggerimenti