CHIUDI
CHIUDI

23.04.2019

Motobenedizione
In 2500 rombano
al "Redentore"

MONTECCHIO PRECALCINO. Oltre 2.500 moto hanno varcato la soglia della chiesa del Santissimo Redentore di Levà che ieri mattina ha ospitato la quindicesima edizione della locale Motobenedizione. Dopo la delusione dell'anno scorso - con la cerimonia tenuta sul sagrato in seguito alle lamentele di alcuni cittadini - il tradizionale appuntamento di Pasquetta per gli amanti delle due ruote è tornato ad essere celebrato davanti all'altare. Un ritorno alle origini accolto con felicità e soddisfazione dalle migliaia di persone, per la maggior parte centauri giunti a Montecchio da tutto il Veneto e dalle regioni limitrofe, presenti fin dalle 9 a Levà.

 

«Ho visto tanti amici di vari motoclub, anche provenienti da Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Emilia Romagna e Piemonte. Qualcuno è arrivato addirittura dall'Austria», conferma il sacerdote montecchiese don Lino Bedin, ideatore della manifestazione. «Sono un appassionato di moto da oltre cinquant'anni perciò è meraviglioso assistere a una così larga partecipazione a questo evento. È un'occasione sia per avvicinare i motociclisti alla fede, che per raccomandare loro di esser prudenti e di viaggiare in sicurezza. Prima della benedizione, durante la messa abbiamo anche ricordato chi è morto in strada».

 

La Motobenedizione ha preso il via alle 10.30: lungo via Rimembranza si è formata una lunga colonna composta da moto stradali e da enduro, supersportive e custom, scooter e vespe. Tra modelli recenti e d'epoca di qualsiasi casa motociclistica, la sfilata di rombanti motori è terminata in circa tre ore. «Siamo tutti cristiani a 4 e a 2 tempi: siamo felici che questa manifestazione sia tornata alla sue origini», spiegano Antonio Zanon, Cristina Tomasi, Stefania Golin e Giancarlo Dalle Fusine di Caldogno, Isola Vicentina e Costabissara.

 

Le offerte raccolte durante l'evento e gli introiti del pranzo nel centro comunitario finanzieranno i progetti scolastici delle due scuole dell'infanzia di Montecchio.

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1