Marano

Ladri in villa, portati via cinque fucili e ripulita la cassaforte

Fucili e monili per alcune migliaia di euro: è il bottino su cui è riuscita a mettere le mani una banda di “professionisti” del furto che alle 9.40 di martedì, in pieno giorno, hanno depredato un'abitazione singola in via Villaraspa, strada della campagna maranese a confine con Molina di Malo. 
Un episodio subito denunciato ai carabinieri della compagnia di Thiene che hanno avviato le indagini per risalire all'identità dei responsabili. Nel mentre, mercoledì sera, le armi da caccia sono state ritrovate sulla collina di Montecchio Precalcino. 
Il colpo È stato un vero e proprio “commando” di malviventi quello che ha preso di mira la casa della famiglia Borgo. In appena quattro giri di lancetta, altrettanti ladri che indossavano guanti, con il volto coperto da passamontagna, cappelli e mascherine, armati di coltellacci, sono riusciti a fare irruzione nella dimora e a mettere a segno il furto. Hanno atteso che i proprietari si allontanassero per poi forzare il cancelletto d'ingresso, percorrere il vialetto, raggiungere la portafinestra della cucina e sfondarla. Una volta entrati si sono diretti a colpo sicuro verso il piano interrato dove, nel garage, hanno individuato una cassaforte lunga un metro e mezzo, in pochi attimi sventrata dal muro. In due hanno sollevato e trasportato la cassetta di sicurezza all'esterno dell'abitazione dove, un quinto complice, stava attendendo il resto della banda a bordo di una berlina Bmw di colore grigio. 
Il ritrovamento Incredulità e amarezza per la famiglia Borgo, in passato già colpita da altri furti, al rientro a casa avvenuto appena un quarto d'ora dopo la fuga dei ladri. I proprietari hanno allertato le forze dell'ordine per segnalare l'effrazione e la scomparsa della cassaforte, all'interno di cui erano conservati cinque fucili da caccia e alcuni gioielli il cui valore, in via di quantificazione, ammonterebbe ad alcune migliaia di euro. Allo sgomento iniziale è seguito, poco più di 24 ore dopo, lo stupore. Alle 19, infatti, una telefonata delle forze dell'ordine ha avvisato i padroni di casa che alcuni passanti avevano rinvenuto la cassaforte e le cinque armi da fuoco a circa dieci chilometri di distanza. Parte del bottino, infatti, è stata abbandonata nella zona di villa Cita, nei pressi di via San Rocco, sul "monte" di Montecchio Precalcino. La refurtiva è stata così recuperata dai legittimi proprietari che nella giornata di ieri hanno presentato la denuncia ai militari della compagnia di Thiene. 
Gli uomini dell'Arma ora stanno visionando e analizzando le immagini registrate dal sistema di videosorveglianza privato dell'abitazione e raccogliendo ulteriori elementi utili alle indagini, con lo scopo di risalire alle identità degli ignoti e individuare i criminali. 

 

Marco Billo