CHIUDI
CHIUDI

24.04.2019

Il tesoretto finanzia strade e scuole

Un tesoretto da oltre un milione di euro. È la cifra, parliamo esattamente di un milione e 25 mila euro, che l'Amministrazione comunale guidata dal sindaco Gianni Casarotto è riuscita ad “avanzare” nel 2018; un avanzo di bilancio importante che adesso potrà essere speso in tranquillità per realizzare opere pubbliche di grande utilità per tutta la città. IL TESORETTO. «Nell'ultimo consiglio comunale abbiamo approvato un avanzo di bilancio di oltre 600 mila euro che si è andato ad aggiungere agi 400 mila che già avevamo messo da parte. Così adesso ci ritroviamo ad avere in cassaforte più di un milione di euro da spendere in opere pubbliche – ha spiegato l'assessore al bilancio Alberto Samperi -. Nel 2018 non abbiamo avuto alcun problema di bilancio e anche se nel fronte della spesa corrente abbiamo dovuto tirar fuori qualcosina in più per il sociale e la manutenzione del verde, erano voci programmate e quindi siamo rimasti in linea con le previsioni. Questo tesoretto ci permetterà già da subito di finanziare delle opere tanto che abbiamo già approvato anche la variazione di bilancio». LE OPERE. Sono tanti i progetti in cantiere. «Le opere più vicine nel tempo che andremo a realizzare e terminare già entro la fine dell'anno sono una serie di asfaltature nelle vie Divisione Julia (lungo i giardini pubblici), Goito, dei Morari, della Fisica, dove tempo fa si è creato un avvallamento, e in Corso Campagna – ha raccontato l'assessore ai lavori pubblici Andrea Zorzan -. Abbiamo in programma sempre per il 2019 anche l'archivio comunale che ci costerà circa 300 mila euro. Inoltre ci sono delle opere già aggiudicate, come l'adeguamento sismico delle scuole medie Ferrarin e la sistemazione del vecchio stabile che ospitava l'Agenzia delle Entrate dove da settembre si trasferiranno gli studenti delle medie». In programma anche il rifacimento dei bagni della palestra Vianelle: «Si tratta dell'ultimo stralcio perché il primo è già stato fatto – ha proseguito Zorzan -. In calendario la sistemazione dell'ex sede “caccia e pesca” che verrà trasformata in un'abitazione, mentre l'ex Inam diventerà la sede ufficiale dell'associazione “Gli Amici di Thiene”. Infine, abbiamo in gara la pista ciclabile di via Marconi, nel tragitto dalla Fiat fino al sottopasso del ponte di ferro, percorso che si andrà ad innestare nella già realizzata pista ciclabile dell'area ex Monti». LA PALESTRA. L'opera più importante per il secondo mandato Casarotto resta la doppia palestra di via San Gaetano che andrà a servire le scuole superiori, in particolare Liceo e Itis e le associazioni sportive che richiedono sempre di più spazi. «Questo progetto non è sostenuto dall'avanzo di amministrazione – ha commentato Samperi -, ma sarà sempre ad opera del Comune che accenderà dei mutui. L'opera, che costa quasi 5 milioni di euro, al momento è in corso di progettazione». Una soddisfazione per tutta l'Amministrazione, in particolare per l'assessore allo sport Giampi Michelusi che con questa grande palestra riuscirà a mettere a disposizione degli atleti un'area dedicata alla scherma, sport che sta raccogliendo attorno a sé sempre più giovani. «I tempi burocratici per realizzare opere così importanti sono sempre molto lunghi ma tutti ci auguriamo di poter inaugurare la palestra di via San Gaetano entro la fine del mandato». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Silvia Dal Maso
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1