CHIUDI
CHIUDI

11.06.2019

Follie sull’auto rubata, panico in centro

La Nissan del 24enne valdagnese ha terminato la propria corsa finendo fuori strada. POLIZIA LOCALE NEVIUn agente della polizia locale Nevi impegnato in un controllo
La Nissan del 24enne valdagnese ha terminato la propria corsa finendo fuori strada. POLIZIA LOCALE NEVIUn agente della polizia locale Nevi impegnato in un controllo

Pomeriggio di passione domenica a Thiene, con tanto di inseguimento, prima in auto. Poi a piedi da parte di un poliziotto fuori servizio. Un 24enne, della vallata dell'Agno, alla guida di una Nissan Note, sottratta poco prima ad un'amica, ha seminato il panico tra i passanti nel centro storico e nel quartiere dei Cappuccini rischiando di causare gravi incidenti e di ferire qualcuno. Erano circa le 17.15 quando il giovane stava guidando lungo via San Gaetano. Quando l'auto davanti a lui si è fermata in prossimità delle strisce pedonali per far attraversare alcune persone il conducente, in evidente stato di alterazione psiscofisica, non ha frenato e ha tamponato la Giulietta. La donna che era alla guida oltre al danno si è beccata anche la beffa, in quanto il conducente della Nissan, anziché scusarsi, ha iniziato a inveirle contro per poi allontanarsi frettolosamente. La conducente ha chiamato gli agenti della polizia locale Nevi, fornendo la targa e le caratteristiche dell’uomo, tra le quali spiccava una vistosa ferita al volto. Quando la pattuglia del Consorzio Nevi è intervenuta in via San Gaetano per i rilievi, alla centrale di via Rasa hanno iniziato ad arrivare una serie di segnalazioni per un’auto che zigzagava nel centro storico cittadino, tra le vie Gorizia, Fogazzaro e piazza Montello. Tra queste anche la telefonata dell'assessore Alberto Samperi che a quell'ora stava passeggiando con la famiglia e si è visto precipitare quasi addosso la Nissan Note. «A rimanere particolarmente scossa è stata la bambina più grande che in quel momento era con me – ha raccontato l'assessore - perché si è spaventata dai forti rumori che faceva la macchina». In varie occasioni, infatti, l'autovettura è finita contro cordoli e marciapiedi, provocando lo scoppio di uno pneumatico e la rottura dei cerchioni. Grazie ai varchi elettronici di lettura targhe, gli agenti hanno trovato la Nissan Note in via Cappuccini dove l'auto era fuoriuscita di strada, sul marciapiede. Un motociclista ha avvertito gli agenti che un uomo era uscito dall'auto ed era scappato e che una persona lo stava inseguendo. Il fuggitivo e il suo inseguitore, che si è qualificato come assistente capo della Polizia di Stato della Questura di Vicenza, sono stati raggiunti. «Quando sono sceso dall'auto, vista l'alterazione da alcol del conducente, l'ho invitato ad attendere l'arrivo della polizia locale, ma è scappato. Quindi l'ho inseguito per 300-400 metri fino a quando non sono riuscito a fermarlo– ha raccontato D.M. -. Non è stato facile perché il giovane continuava a dimenarsi. C'è stata anche una piccola colluttazione, ma poi sono arrivati i soccorsi e tutto si è concluso per il meglio». Il 24enne è stato prima accompagnato in comando e poi prelevato dai sanitari del Suem 118 e quindi ricoverato in ospedale. Il 24enne sarà proposto all'Autorità giudiziaria per l'applicazione di idonea misura di sicurezza, per impedire che possa creare ulteriori pericoli. La patente di guida gli era stata restituita, dopo alcuni mesi di sospensione, solo il 30 maggio. Il giovane è stato denunciato per omissione di soccorso e fuga, resistenza a pubblico ufficiale e per furto. Inoltre dovrà pagare delle multe molto salate per le varie infrazioni al codice della strada. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Silvia Dal Maso
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1