CHIUDI
CHIUDI

11.07.2020 Tags: Dueville

Evade 6 volte dai
domiciliari in un
mese: in cella

Per l'albanese si sono aperte le porte del carcere di Vicenza
Per l'albanese si sono aperte le porte del carcere di Vicenza

Era finito ai domiciliari per motivi legati allo spaccio di droga, ma insofferente alle prescrizioni le ha violate più volte. E così per lui si sono aperte le porte del carcere.

 

Protagonista della vicenda K.B., pregiudicato albanese del thienese. A fine maggio l'uomo era stato arrestato perché trovato in possesso di 40 grammi di droga. In quell'occasione l'uomo aveva tentato di fuggire ad un controllo di polizia, ma era stato preso dagli agenti delle volanti e sottoposto agli arresti domiciliari da scontare nell'abitazione di un suo conoscente a Dueville.

 

Ma in quaranta giorni i carabinieri di Thiene hanno accertato da parte dell'uomo almeno sei violazioni delle prescrizioni, che prevedevano di non allontanarsi dal domicilio né tanto meno di comunicare o frequentare persone diverse da chi gli aveva offerto l’ospitalità. Per questo, a seguito delle segnalazioni dei militari, l'autorità giudiziaria ha emanato il provvedimento più restrittivo della detenzione in carcere.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1