CHIUDI
CHIUDI

29.12.2019

«Così ho visto cadere e morire Davide»

I soccorritori impegnati nel recupero della salma sul Terminillo, dove Pizzolato è morto sul colpoDavide Pizzolato, 47 anni, tradito dalla montagna che tanto amava
I soccorritori impegnati nel recupero della salma sul Terminillo, dove Pizzolato è morto sul colpoDavide Pizzolato, 47 anni, tradito dalla montagna che tanto amava

«Gli avevo appena chiesto se era tutto a posto, mi ha risposto di sì, poi è sparito dalla mia vista». È Nicola De Benedetti, compagno di cordata, a raccontare i drammatici ultimi istanti di vita dell’ingegnere Davide Pizzolato, 47 anni, di Vivaro di Dueville, vicepresidente del Cai di Vicenza, ingoiato l’altra mattina da un canalone, sul monte Terminillo, in provincia di Rieti. Pizzolato era un alpinista esperto, anche perché era istruttore del Cai, che affrontava la montagna con diligenza. E lo ha fatto anche l’altro ieri, con i quattro amici che erano con lui. Prima di partire la piccola comitiva si era assicurata che la scalata fosse fattibile per degli escursionisti esperti. «E ci era stato detto di sì - ribadisce De Benedetti, compagno del Cai – avevamo trovato la neve un po’ dura, ghiacciata, ma i ramponi lavoravano bene. Il canalone è di circa 300 metri e noi ne avevamo già affrontati 250. Gli altri erano più avanti di 20 metri, mentre io e Davide siamo rimasti indietro. Eravamo a 50 metri dalla vetta, quando mi sono girato e ho chiesto a Davide se andava tutto bene. Lui con la solita calma mi ha risposto «sì, tutto a posto» e abbiamo proseguito. Poi ho girato la testa e ho visto Davide scivolare, forse aveva messo male il piede. Lui ha fatto più volte la manovra di auto-arresto e stava per fermarsi, ma deve essere andato a sbattere con il piede contro una roccia e la piccozza si deve essere staccata dalla neve. A quel punto è sparito dalla mia vista e deve essere accaduto qualcos’altro perché ha terminato il volo in fondo al canalone ghiacciato rovinando a valle. Deve aver sbattuto con la faccia su una roccia ed è deceduto sul colpo. A quel punto ho invitato i tre compagni a terminare la scalata, mentre io sono tornato indietro. E ho visto Davide alla fine del canalone ghiacciato ormai senza vita. È stata una guida alpina a chiamare i soccorsi, ma quando è arrivato l’elicottero del 118 e un medico si è calato nel canalone con il verricello, non ha potuto far altro che constatare il decesso di Davide. Il tutto è accaduto poco dopo le 9, noi eravamo partiti alle 8.15 dal rifugio. Mai mi sarei aspettato che potesse accadere una tragedia simile. È stata una tragica fatalità». Davide Pizzolato e Nicola De Bendetti erano amici da anni, tanto che Nicola gli è stato vicino finché non è arrivato il soccorso alpino e ha recuperato l’escursionista riportandolo su strada, dove è stato messo a disposizione del magistrato. «Era una persona eccezionale - commenta -. Di lui mi resterà sempre un ricordo positivo, era disponibile con tutti. Era molto intelligente e sapeva dire la parola giusta al momento giusto. Davide era un uomo riflessivo e non gli facevi mai fare qualcosa che non volesse, non si faceva condizionare dagli altri». Anche il presidente del Cai Vicenza, Maurizio Dalla Libera, ricorda le qualità dell’amico e compagno di avventure. «Era disponibile al dialogo, lo definirei un “distributore di pace” - dice -. Dedicava il tempo libero al volontariato al Cai perché la montagna era il suo grande amore. Tutti lo ricorderemo come un uomo mite, sereno, che cercava sempre una soluzione alle piccole diatribe. Sarà insostituibile per quello che faceva all’interno del gruppo. Al funerale (giovedì alle 10 a Dueville) saremo presenti come Cai Vicenza, per raccontare questo grande uomo». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Silvia Dal Maso
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1