CHIUDI
CHIUDI

23.04.2019

Dopo la multa
scambio di querele
e scatta l’inchiesta

Multa per divieto di sosta
Multa per divieto di sosta

THIENE. Una multa da 29 euro indigesta che a distanza di 20 giorni ancora non riesce a mettere pace tra le due parti contrapposte. Da un lato l'agente del Consorzio di polizia locale Nevi Stefano Cerisara, dall’altro il multato. Si chiama Michele Valerio e la sua reazione rischia di costargli un conto salato. È stato infatti denunciato per resistenza e lesione a pubblico ufficiale e rifiuto di declinare le generalità. A sua volta Valerio ne fa una battaglia personale e ha sporto querela ai carabinieri di Thiene nei confronti del vigile per “lesioni personali colpose e violenza privata”. Il comandante Giovanni Scarpellini ha difeso il suo agente sottolineando che nel momento in cui Cerisara stava dando la multa per divieto di sosta in una zona pedonale privata a uso pubblico, il proprietario dell'auto si trovava in un bar nelle vicinanze. Intervenuti i carabinieri e verbalizzato il tutto, Michele Valerio si è recato al pronto soccorso dell'ospedale di Santorso; il successivo 5 aprile un medico specialista gli ha prescritto 30 giorni di prognosi. Ci sarebbero anche due testimoni. Dell’ingarbugliato caso se ne riparlerà davanti al giudice.

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1