CHIUDI
CHIUDI

10.10.2019

Mario, notte all’addiaccio «Mi ha salvato il drone»

Mario Carretta, il 75enne che ha passato la notte solo nel bosco
Mario Carretta, il 75enne che ha passato la notte solo nel bosco

Trascorrere una notte all'addiaccio non lo ha spaventato. Così, dopo una giornata passata alla ricerca di funghi e ritrovandosi all'imbrunire in un'area senza copertura telefonica con i sentieri cancellati dagli alberi abbattuti dalla tempesta Vaia, un 75enne residente a Carrè ha scelto di crearsi un giaciglio di fortuna tra i tronchi per non correre il rischio di inciampare al buio e aggravare la sua situazione. Il coraggioso è Mario Carretta sulle tracce del quale si sono messi un'ottantina di soccorritori, allertati dalla moglie e dalla figlia, per tutta la notte tra martedì e mercoledì. Fortunatamente alle 7.15 di ieri una squadra del soccorso alpino è riuscita a prestare soccorso all'uomo, prima individuato dai droni messi a disposizione dai vigili del fuoco. La disavventura è avvenuta tra i boschi di passo Vezzena. «Mio padre è partito alle 8 di martedì per cercare funghi in quell'area, zona che conosce e frequenta da più di 50 anni», spiega la figlia, Carmen Carretta. «Alle 16.30 stava rientrando: appena mezzora dopo si è ritrovato in un punto in cui i sentieri non erano più marcati a causa della tempesta. Era buio e c'erano tronchi di alberi sui quali avrebbe potuto inciampare, ferendosi. Non c'era campo, così ha deciso di fermarsi per la notte. Non vedendolo più rientrare, alle 19.30 abbiamo lanciato l'allarme». Subito il coordinatore dell’area operativa Trentino centrale del Soccorso Alpino ha organizzato le operazioni di ricerca facendo intervenire le squadre di terra delle stazioni di Altipiani e di Levico, le unità cinofile del Soccorso alpino e della Scuola provinciale cani da ricerca e catastrofe con quattro segugi da superficie e un cane molecolare. Sul posto anche le squadre di Asiago e di Arsiero del Soccorso alpino del Veneto e i vigili del fuoco con i droni. Dopo il ritrovamento dell'auto di Carretta nei pressi di passo Vezzena, le ricerche si sono concentrate nei boschi della zona e verso il pizzo di Levico. «È difficile spiegare e raccontare l'incredibile modo con cui hanno operato i soccorritori: la coordinazione che c'era tra squadre, cani, piloti di droni e l'elisoccorso è indescrivibile. Hanno compiuto un enorme lavoro di squadra per tutta la notte, fino alla mattina. Non finiremo mai di ringraziarli», aggiunge la figlia. «Mio padre fortunatamente era attrezzato: indossava vestiti caldi e si era portato da casa delle provviste. Per ripararsi dalle fredde temperature, scese fino ai due gradi, si è creato un giaciglio dove ha atteso il sorgere del sole». L'uomo è stato individuato da un drone con termocamera pilotato dai vigili del fuoco del nucleo Sapr di Trento, nella zona fra malga Marcai e Malga Sassi. «Quando il soccorso alpino lo ha poi raggiunto mio padre stava bene e non era spaventato: è una roccia», continua Carretta. «Il suo pensiero era rivolto alla preoccupazione mia e di mia madre». «Siamo rimasti molto colpiti dall'efficienza e dal dispiego di mezzi dei soccorritori», dichiara il vicesindaco di Carrè, Igor Brunello, rimasto in contatto con la famiglia per tutta la durata delle operazioni. «Come Amministrazione siamo contenti che questa vicenda sia finita bene e di come la comunità si sia mossa per supportare i parenti di Mario. L'accaduto ci insegna quanto sia necessario essere cauti nei boschi: quello di Carrè è un popolo di “fungaioli” perciò voglio ricordare l'importanza di muoversi sempre accompagnati». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Marco Billo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Fusione tra Carrè e Chiuppano: quale nome preferisci per il nuovo Comune?
ok