CHIUDI
CHIUDI

22.11.2019

«Ricontare i voti»
Il Tar accoglie
il ricorso leghista

La conta delle schede elettorali in un’immagine di repertorio: a Breganze dovrà essere rifatta
La conta delle schede elettorali in un’immagine di repertorio: a Breganze dovrà essere rifatta

BREGANZE. Il Tribunale amministrativo regionale del Veneto ha disposto un nuovo conteggio delle schede elettorali relative alle elezioni comunali a Breganze. La vicenda è nota: la chiamata alle urne del 26 maggio ha riconfermato il sindaco uscente Piera Campana alla guida del paese con uno scarto di cinque voti dal suo sfidante Manuel Xausa. Breganze Attiva ha quindi ottenuto la maggioranza del Consiglio comunale, relegando Rinnovamento per Breganze-Lega Salvini all’opposizione. Per Xausa e i suoi, però, su una quarantina di schede, sotto al nome di Campana, sarebbe stato scritto quello di un assessore molto noto e presente anche in questa giunta, ma esterno, non candidato nella lista. Una modalità di compilazione che, secondo la minoranza, potrebbe rendere la scheda “riconoscibile” e quindi nulla.
 

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1