CHIUDI
CHIUDI

10.04.2019

La sfida agli euroscettici vale un tesoro

Da sx il prof. Francesco Gasparini, il sindaco Piera Campana e il vice sindaco Crivellaro.  FOTO STELLA CISCATO
Da sx il prof. Francesco Gasparini, il sindaco Piera Campana e il vice sindaco Crivellaro. FOTO STELLA CISCATO

La sfida all’Euro-Scetticismo parte da Breganze grazie al progetto Achieve, che ha ottenuto un contributo di 150 mila euro e verrà sviluppato in due anni. «Oggi c’è una crescente disaffezione verso l’Unione Europea, come se l’Europa fosse considerata un ostacolo, più che un’opportunità - considera Francesco Crivellaro, vice sindaco di Breganze -. Occorre fare un salto culturale e sociale per superare l’Euro-Scetticismo». Breganze può farlo perché, su 16 progetti vincitori in Europa, è l’unico paese del Veneto e uno dei tre in Italia (insieme a Parma e Gerace) ad aver ottenuto contributi: quasi 150 mila euro per mettere in campo una serie di attività per sviluppare più consapevolezza circa l’identità comune europea. IL PROGETTO ACHIEVE. Sviluppato dal Comune di Breganze, capofila, con l’Istituto Rezzara di Vicenza in collaborazione con Alda (Francia - sede di Vicenza), il progetto coinvolge tre realtà locali: il Progetto Giovani, la Commissione Cultura e il Comitato Gemellaggi. Partirà l’1 giugno per terminare il 31 maggio 2021. Si articola in quattro eventi internazionali, seguiti da attività locali. EVENTI INTERNAZIONALI. «Il primo si terrà in Croazia e prevede il lancio del progetto con la presentazione degli obiettivi e delle attività – spiega Crivellaro -. Tornati a casa daremo il via alla prima fase locale con azioni indirizzate alla scoperta del territorio con workshop, tavole rotonde, world caffè a laboratori. Affronteremo tre temi: “Storia e tradizioni”, la formazione del proprio paese e dei paesi dell’area mitteleuropea, la debolezza dei confini, dinamica dell'identità nazionale, legame lingua-identità; “Ruolo delle religioni”, i percorsi delle religioni nel proprio territorio e come queste si sono incrociate, i valori delle diverse religioni; “Arte”, come le correnti artistiche hanno attraversato il proprio paese e dove sono andate, tradizioni musicali». Il secondo evento si svolgerà in Kossovo e sarà indirizzato alla mutua conoscenza dei paesi coinvolti e all’introduzione del concetto di cittadinanza europea. Dopo un viaggio europeo fra letteratura, arte, cultura alla scoperta delle radici comuni, si passerà all’introduzione del legame tra identità nazionale e identità europea per raggiungere il significato formale di cittadinanza europea. La seconda fase locale prevede attività sulle cause che hanno portato all’Euro-Scetticismo. Il terzo evento sarà ospitato nella Repubblica Ceca e si analizzeranno le cause dell’Euro-Scetticismo per individuare i metodi attraverso cui costruire una contro-narrativa. La terza fase locale prevede attività per raccogliere storie e creare la “Mappa della cittadinanza globale”: saranno proposti lavori creativi per rafforzare il senso di identità comune. L’ultima tappa internazionale sarà a Vicenza il 9 maggio 2021 (in occasione della Giornata dell’Europa) per promuovere l’identità europea e il superamento dei confini. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Silvia Dal Maso
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1