CHIUDI
CHIUDI

28.03.2019

Covolo dietrofront La Lega si affida al manager dei vini

Si profila una corsa a due, almeno per ora, alle elezioni comunali
Si profila una corsa a due, almeno per ora, alle elezioni comunali

Dalla Vespaiolona alla stanza dei bottoni in municipio. Il passo non è così breve, anzi è lunghissimo, ma potrebbe anche non essere impossibile. Manuel Xausa, 39 anni, direttore del Consorzio vini doc di Breganze firma per la Lega e si candida a sindaco. Dopo giorni di tira e molla sul fatto che si potesse o no svelare il nome dell’uomo in corsa, il Carroccio ha messo sul tavolo le carte. Xausa si mette l’elmetto e va in trincea ad affrontare il primo cittadino uscente, Piera Campana, e Silvia Covolo sta nelle retrovie. Nelle intenzioni della Lega dovrebbe rappresentare l’artiglieria d’appoggio nell’assalto alla candidata della civica di centro sinistra. Il dietro front dell’onorevole ha una giustificazione ufficiale. «Breganze vuole un sindaco a tempo pieno, io non lo posso essere perché fino al giovedì sono a Roma. Fra l’altro non mi vengono concesse deroghe per rientrare in caso di necessità amministrative, quindi...». Quindi retromarcia. Perché se è vero che recentemente Covolo aveva precisato di non essere la candidata alla poltrona di sindaco, è altrettanto vero che lei si era messa a disposizione per esserlo. «Sì, in effetti avevo dato la mia disponibilità a tornare in campo», dice. «Ma stiamo parlando di disponibilità, non di volontà di fare la candidata. Però sono passati mesi da allora, è da agosto che sto lavorando sulla lista. Le cose poi sono cambiate». I maligni dicono che Silvia Covolo ha sempre saputo di non poter stare a Breganze tutta la settimana, quindi le ragioni del ritiro sarebbero altre. Potrebbe essere il sondaggio commissionato per capire il gradimento dell’onorevole? Può essere che i cittadini abbiano espresso riserve sul nome della Covolo, anche solo per il fatto che non possa essere un sindaco a tempo pieno? La deputata in realtà smentisce che ci sia stato un sondaggio. «La Lega non ha commissionato alcun sondaggio e non capisco perché Piera Campana abbia tirato fuori questa storia», afferma a precisa domanda. E poi: «Quello che posso affermare con certezza è che darò il mio contributo e mi metterò a disposizione per il bene del paese, cosciente del fatto che la Lega ha maggiori rapporti con la Regione e con Roma, quindi possiamo offrire più garanzie in questo momento». Sabato Xausa verrà presentato ufficialmente alla stampa e poi si attende la contromossa di Piera Campana, che comunque ha già fatto sapere pubblicamente di essere pronta a rientrare dalla porta principale ritenendo di aver amministrato bene in questi anni. Di sicuro sarà un bel duello: la continuità del sindaco uscente contro l’uomo del partito che viaggia col vento in poppa. Ai breganzesi il compito di decidere in tutta serenità. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Dennis Dellai
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1