Sandrigo

Bocconi avvelenati
Cucciolo di 7 mesi
li mangia e muore

.
Un cucciolo di setter come quello morto a Sandrigo
Un cucciolo di setter come quello morto a Sandrigo

Torna l'allarme bocconi avvelenati tra i campi di Sandrigo, nell'area a confine con Maragnole e Longa. Mercoledì sera, infatti, un cane è morto dopo aver mangiato qualcosa trovato tra i prati che costeggiano via Campialti, laterale della strada provinciale Marosticana in prossimità della frazione di Ancignano. Come confermato dal distaccamento sandricense del consorzio di polizia locale Nordest Vicentino, un cucciolo di setter di 8 mesi stava passeggiando con il suo proprietario, un residente della zona. Le testimonianze raccolte dagli agenti indicano che l'animale, dopo aver masticato qualcosa trovato nell'appezzamento  si è allontanato di 50 metri ed è crollato al suolo. Il decesso è stato istantaneo.

 

Dopo aver segnalato l'episodio alla polizia locale, i padroni hanno portato il corpo dell'animale al servizio veterinario dell'Ulss 8 Berica. I primi accertamenti medici indicherebbero il probabile avvelenamento, forse utilizzando sostanze come cianuro o stricnina. Il sindaco Giuliano Stivan, come fatto già in passato, ha disposto l'affissione di diversi cartelli d'avviso per i cittadini, consigliando, a chi dovesse transitare per quell'area, di tenere i cani al guinzaglio e con la museruola.

 

 

Marco Billo