CHIUDI
CHIUDI

30.05.2019

Bandiera verde non abita in Comune

La sede del municipio di Breganze: la sindaca Campana ha prevalso sull’altra lista per soli cinque votiL’avvocato Camillo Cimenti, ex amministratore e politico
La sede del municipio di Breganze: la sindaca Campana ha prevalso sull’altra lista per soli cinque votiL’avvocato Camillo Cimenti, ex amministratore e politico

L’onda verde? Per informazioni passare in zona Alto Vicentino. E chiedere di loro. Sono i sindaci controvento. Alcuni domenica sera, al termine della conta dei voti per le elezioni europee, se l’erano messa via. La diga ha nomi e cognomi. Giusy Armiletti (Dueville), Piera Campana (Breganze), Luca Cortese (Sarcedo), Loris Dalla Costa (Lugo), Luca Sandonà (Caltrano), Roberto Berti (Zanè). E inseriamo pure Sandro Maculan (Zugliano), che correva in solitudine ma temeva lo sgambetto degli esponenti del no-urne. Ce l’hanno fatta. Magari per un pugno di voti, appena 5, come per Campana. Ma alla conta delle schede il loro programma è risultato convincente. Ricapitoliamo. Lega sempre avanti. Capace di cannibalizzare il tabellone elettorale europeo. Sempre oltre il 50 per cento in 15 dei 17 i comuni dell’area thienese, salvo che in città (48,90, 19,20 la percentuale del Pd) e a Marano (47,50, 21,30 per il Pd). Un monologo continentale pressoché assoluto in termini di consensi per il partito di Salvini. Un trionfo. Quasi. Camillo Cimenti, avvocato, amministratore e avversario dell’antipolitica, è avvezzo ad analizzare numeri ma soprattutto a percepire sensibilità ed orientamenti. La sua è un’analisi schietta. «Le votazioni europee si sono risolte in un ballottaggio tra Salvini e Di Maio. Nessuno ha parlato di contenuti e scelte sul futuro dell’Unione. Gli elettori si sono avvicinati alle urne senza aver avuto modo di ascoltare grandi dibattiti su questo argomento. Alla fine ha vinto la Lega, sia pure con un terzo partito, il Pd, che ha espresso segnali». Lega numero uno. Ma nell’Altovicentino il voto ai sindaci ha fatto emergere una prospettiva diversa. Merito anche di alcune liste civiche, «sintesi di posizioni», riflette Cimenti. «Non è la prima volta che accade. Ricordo che alcuni anni fa a Bassano nella stessa occasione Forza Italia prese qualcosa come il 60 per cento alle Europee ma il suo candidato sindaco dovette andare al ballottaggio. La realtà è semplice. L’effetto trascinamento del voto europeo funziona bene nei centri grandi, ma in realtà minori, quando si tratta di eleggere il proprio sindaco, si va sul concreto. Si valuta prima la persona e ciò che ha fatto per la collettività. Il programma elettorale, specie se connotato da un colore particolare, passa in seconda battuta». I numeri indicano con un certo peso che qualcosa in casa Lega non ha funzionato, nonostante l’apparato del partito si sia speso molto sul territorio. È un ragionamento condivisibile? «Credo che Salvini si sia impegnato molto a livello nazionale. Poi certo, nei grossi centri della provincia ha contribuito a fare la differenza, approfittando anche dell’effetto trascinamento del voto . Con qualche eccezione, come a Schio». Restano le sorprese. «Eccome. Metto Breganze su tutte. È stata una lotta all’ultimo voto, ma qualcosa non è andato per il verso giusto in casa dell’elettorato leghista. E dire che qui il partito s’era piuttosto impegnato. Non a caso aveva schierato come capolista l’ex sindaco e deputata Silvia Covolo». Altri casi eclatanti? «Ho notato una situazione molto ingarbugliata a Zugliano: alla fine i voti e soprattutto i votanti sono arrivati». Un gioco. E se domenica si fosse votato anche a Thiene? «Difficile trovare la risposta giusta». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Andrea Mason
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1