Tragedia sulle Dolomiti

Alpinista vicentino precipita e muore sotto gli occhi della compagna di cordata

Passo Giau (Foto Wikipedia)
Passo Giau (Foto Wikipedia)
Passo Giau (Foto Wikipedia)
Passo Giau (Foto Wikipedia)

Tragica domenica sulle Dolomiti bellunesi, dove ha perso la vita un alpinista vicentino precipitato per una quarantina di metri sotto gli occhi della compagna.

L'allarme è scattato alle 11.40. Ad allertare la centrale del Suem è stata la compagna di cordata dell'alpinista, precipitato mentre stavano scalando la Via Da Lago sulla Gusela di Giau, tra San Vito di Cadore e Colle Santa Lucia (Belluno). Per individuare velocemente il luogo dell'incidente, l'elicottero Pelikan 2, attivato per il recupero dei due rocciatori, ha imbarcato due soccorritori della guardia di finanza di Cortina. Purtroppo una volta avvicinatisi alla parete è stato constatato che l'uomo, Giordano Pertile, 48 anni, di Thiene, era privo di vita per le lesioni riportate nella caduta. Calato con il verricello, uno dei due soccorritori ha provveduto al recupero della salma e successivamente della compagna - rimasta illesa - trasportate poi al Passo Giau, dove era presente anche un squadra del soccorso alpino di Cortina e dove è stato fatto arrivare il carro funebre.

Da una prima ricostruzione l'alpinista, primo di cordata, si trovava sopra il terzo tiro, quando è volato, per motivi in fase di accertamento, ed è precipitato una quarantina di metri, superando la compagna ferma in sosta e fermandosi legato alla corda, dopo aver sbattuto sulla roccia con conseguenti traumi fatali.

 

Leggi anche
Papà e figlia bloccati di notte sulla Calà del Sasso. Soccorritori guidati dalla cagnolina della famiglia