Carrè

Addio a Riccardo
il ristoratore
dal cuore gentile

.
Il sorriso di Riccardo Giaretta, lo stesso con cui accoglieva gli ospit
Il sorriso di Riccardo Giaretta, lo stesso con cui accoglieva gli ospit

Solo un mese fa aveva espresso il desiderio di organizzare qualcosa per avere a pranzo persone che non si potevano permettere di andare al ristorante a mangiare, ma purtroppo il peggioramento della sua malattia non gli ha permesso di realizzare questo sogno».
Era un “gigante buono” Riccardo Giaretta, noto ristoratore di Carrè scomparso l'altro giorno dopo una lunga malattia a 71 anni. Una persona generosa che pensava sempre agli altri tanto che nel suo ristorante di via Val d'Assa a Carrè ospitava spesso serate di beneficenza. Ma soprattutto era un cuoco e ristoratore eccellente dal cuore gentile. Ed è per questo che verrà ricordato da tutti i famigliari, gli amici, i conoscenti e i clienti. «Con lui perdiamo un uomo buono, un gigante della cucina, un capitano della ristorazione. Quarant'anni fa, assieme al sottoscritto e ad un gruppo di ristoratori della zona, Riccardo ha saputo riscrivere e rilanciare i piatti della tradizione locale», ha detto Piero Collareda, amministratore delegato di Schio hotel e vecchio amico di Giaretta. Molti i messaggi di cordoglio giunti alla famiglia da parte di colleghi, amici e rappresentanti delle istituzioni. 

Silvia Dal Maso