CHIUDI
CHIUDI

17.03.2019

Il taglio del bosco in cambio della legna

Una volta tanto,la transazione non è legata alla pecunia. L’accordo della giunta con la ditta Graziano Dal Molin di Staro per il taglio di un bosco ceduo comunale lungo via mons.Bicego e adiacente alle scuole d’obbligo per il ricavo di biomassa legnosa sarà operativo , come precisa la delibera municipale, “senza versare corrispettivo al Comune in quanto la complessità delle operazioni di taglio ed esbosco giustificano il recupero delle spese mediante il ricavato della legna”. Lo scorso febbraio l’amministrazione altovalleogrina aveva invitato alcune ditte del settore agricolo-forestale a fare delle offerte per l’esecuzione dell’intervento ma senza risultato, malgrado un’ ulteriore indagine di mercato. L’unica disponibile è alla fine risultata la ditta di Dal Molin, con una proposta ritenuta “congrua”,, che escludeva il versamento di un “corrispettivo” rispettando comunque la condizione di consegnare alla scuola materna di S.Antonio una sessantina di quintali di legna. L’intervento forestale interessa il taglio di esemplari maturi e favorisce il recupero di un’area in pesante degrado su un terreno scosceso vicino al Leogra. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

A.D.R.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1