CHIUDI
CHIUDI

28.06.2020 Tags: Schio , Matteo Trambaiolo , furto , furti

Svaligiata la casa
dell'assessore
«Ora c'è paura»

Uno dei due malviventi in azione, filmato dalle telecamere. R.T.
Uno dei due malviventi in azione, filmato dalle telecamere. R.T.

Svaligiata anche la casa dell'assessore al bilancio del Comune di Schio, Matteo Trambaiolo, in pieno giorno. Ennesimo furto messo a segno con ricco bottino di oltre 10 mila euro. Le modalità sono sempre le stesse: verificano che i componenti della famiglia siano via, cercano una finestra nascosta, praticano un foro nel serramento e con un gancio fanno scattare la serratura che apre la finestra e permette l'accesso all'abitazione.

 

«Siamo rientrati alle 18 - spiega l'assessore che abita a Monte di Magrè - e ci siamo ritrovati la finestra aperta e le camere sottosopra. Sono entrati solo nelle camere, non hanno toccato altro». I malviventi hanno rubato oro e contanti per un valore di oltre 10 mila euro, ma questa volta sono stati ripresi dalle telecamere perimetrali dei vicini. Due uomini, uno sulla quarantina e l'altro una decina d'anni più giovane, alti, capelli chiari, tatuati, di corporatura snella, hanno dapprima suonato il campanello e constatato che non vi fosse nessuno nell'abitazione, si sono poi intrufolati in giardino, per trovare la finestra giusta da aprire.

 

Sulla pagina locale dei social era comparsa, qualche giorno fa, la denuncia allarme di un'auto che si aggirava in maniera anomala e sospetta nei quartieri, fermandosi vicino le abitazioni. È stata identificata come una vecchia Peugeot grigia, confermata anche dai vicini di casa dell'assessore scledense. Un furto in pieno giorno, da una coppia di professionisti del mestiere, che va ad aggiungersi agli altri tre denunciati a Magrè nella stessa giornata. «Chissà da quanto ci tenevano d'occhio - conclude Trambaiolo - e la cosa mi turba parecchio».

Rubina Tognazzi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1