Schio

Si rifugia in grotta
sul Novegno
Soccorso dall'amico

.
La strada che porta al Monte Novegno
La strada che porta al Monte Novegno

Si rifugia in una grotta sul Monte Novegno per trovare riparo ad un temporale durante un'escursione. Ma perde l'orientamento e non riesce a comunicare con il cellulare per chiedere aiuto. Ritrovato da un amico di famiglia con il supporto del Soccorso alpino di Schio, nel primo pomeriggio.

Poco prima di mezzogiorno i soccorritori sono stati allertati a seguito della segnalazione di una donna che, preoccupata perché non riusciva a parlare con il marito uscito in mattinata per una camminata sul Monte Novegno, aveva contattato un amico avvisandolo.

Il conoscente è quindi partito assieme a una squadra da Rozzo Covole, a circa 1000 metri di quota, dove è stata rinvenuta parcheggiata la macchina dell'escursionista, un cinquantenne di Schio. I soccorritori sono quindi saliti lungo un sentiero e fortunatamente poco dopo l'uomo ha risposto al cellulare: per il forte temporale aveva trovato riparo in una grotta della Grande Guerra, ma non sapeva esattamente il luogo in cui si trovava.

La squadra lo ha quindi incrociato dopo mezz'ora di cammino nella zona di Malga Brasome, poco sopra Monte Rozzo Covole, e lo ha riaccompagnato a valle alla propria macchina.

Suggerimenti