Monte Cornetto

Si perdono fuori sentiero, soccorsi due ventenni durante un'altra emergenza per un malore al rifugio

Doppia emergenza quasi in contemporanea per il Soccorso alpino che ieri, verso le 16, è stato allertato per tre escursionisti in difficoltà: un uomo che si è sentito male a Rifugio Papa e due ragazzi ventenni in difficoltà al Vaio Stretto.
I soccorritori di Schio, reperibili a Bocchetta Campiglia, partiti per raggiungere  l'escursionista che si era sentito poco bene al Rifugio Papa, sono stati raggiunto da un secondo allarme, per una coppia di escursionisti in difficoltà nella zona del Vaio Stretto. I due ragazzi, 20 anni lei, 22 anni lui, di Padova, provando a fare un percorso alternativo al giro di Campogrosso, avevano iniziato a salire il Boale dei Vaccari.  Saliti per 200 metri, non erano più stati in grado di muoversi e avevano chiamato i soccorsi.

 

 

Seguendo le indicazioni ricevute, una prima squadra ha raggiunto in jeep Malga Cornetto per poi proseguire a piedi, raggiunta poi da altri 10 soccorritori che stavano partecipando a un'esercitazione a Malga Ronchetta. Al Rifugio Papa intanto, il gestore, componente del Soccorso alpino di Schio, ha provveduto autonomamente ad accompagnare a valle l'uomo con malore.

Risalite nel Boale dei Vaccari, le squadre hanno iniziato a chiamare i ragazzi, finché loro hanno risposto e sono stati individuati. Una volta da loro, la giovane, infreddolita, è stata riscaldata, dotata di imbrago e calata per un centinaio di metri con la corda accompagnata da un soccorritore, per essere poi caricata nella barella portantina e trasportata per altri 300 metri. Il compagno è stato assicurato con corda corta a un soccorritore e aiutato a scendere. Da Malga Cornetto, i due escursionisti sono stati poi accompagnati in macchina a Campogrosso dove avevano l'auto.

Suggerimenti