CHIUDI
CHIUDI

13.12.2019

Un pranzo natalizio per mille poveri africani

Padre Luigino Vitella nella sua missione in Burundi
Padre Luigino Vitella nella sua missione in Burundi

Al via la raccolta fondi per offrire il pranzo di Natale a mille poveri del Burundi. Come da tradizione anche quest'anno la cooperativa Nuovi Orizzonti promuove l'iniziativa solidale denominata “Date voi stessi da mangiare”. Si tratta di un pranzo al quale sono invitate mille persone tra i più poveri della capitale del Burundi: Bujumbura. L'evento è realizzato dalla cooperativa con il Burundi Chiama Onlus, associazione di volontariato nata a Santorso 10 anni fa per sostenere i progetti di padre Luigino Vitella missionario saveriano presente in Burundi da oltre 40 anni. L'intento, ormai consolidato, non è offrire solo un pranzo il giorno di Natale, ma far vivere un'esperienza di pace e condivisione a persone di diverse religioni ed etnie che hanno a malapena cibo per mangiare una volta al giorno e talvolta ogni due giorni. «II Burundi vive una situazione di grave disagio e instabilità politica ed economica, che lo porta nella classifica dei paesi più poveri del mondo e come è possibile immaginare a condizioni di estrema povertà per gran parte dei suoi oltre 10 milioni di abitanti- spiega Denis Inderle, presidente della Cooperativa Sociale Nuovi Orizzonti- Proprio in questo paese abbiamo trovato la gioia di condividere un'esperienza straordinaria che si ripeterà il prossimo Natale per il quarto anno, con mille poveri e più di 150 volontari, collaboratori di Padre Luigi Vitella, missionario Saveriano che presta servizio in quel paese da ormai mezzo secolo, con diverse iniziative rivolte a migliaia di orfani, vedove e bambini, vittime appunto di guerre civili, malattie e una estrema povertà e malnutrizione. È difficile esprimere la straordinarietà di questa iniziativa ma trovarsi il giorno di Natale e accogliere poveri, claudicanti, storpi, e disabili che si sono messi in marcia diverse ore prima, percorrendo oltre 20/30 km per partecipare ad un pranzo di pace è un'esperienza che riempie il cuore di commozione e speranza». Per aderire alla raccolta fondi solidale contattare Nuovi Orizzonti e l'associazione Il Burundi Chiama . • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Sara Panizzon
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1