CHIUDI
CHIUDI

11.07.2019

La sfida dell’attivista «Restiamo umani»

Il pubblico accorso in villa Rossi per ascoltare l’attivista. PANIZZON
Il pubblico accorso in villa Rossi per ascoltare l’attivista. PANIZZON

A piedi da Trento a Roma per chiedere la pace e promuovere i diritti umani: l’attivista John Mpaliza ha fatto tappa a Santorso, accolto da centinaia di persone in villa Rossi. Partito da Trento, in occasione della giornata mondiale del Rifugiato, il camminatore per la pace, italiano di origine congolese, percorrendo la Romea Strata è arrivato nell’Alto vicentino per presentare il suo nuovo progetto solidale intitolato “Restiamo umani”. «L’idea di questo cammino - ha spiegato l’attivista - è nata qualche mese fa quando, durante un viaggio in treno da Trento a Reggio Emilia, ho assisto ad una scena di discriminazione in cui un malcapitato viaggiatore, di origine straniera, doppiamente regolare in quanto provvisto di permesso di soggiorno per richiesta di asilo e di una tessera a scalare valida per i viaggi nei mezzi pubblici nei confini della Provincia Autonoma di Trento, veniva spinto, strattonato ed aggredito verbalmente dal controllore, nonché capotreno. Quest’ultimo, a mio avviso, spinto da pregiudizi, pretendeva dal viaggiatore e cliente, un titolo di viaggio cartaceo». «Una volta capita la situazione - ha aggiunti -, decisi di intervenire riuscendo a dimostrare che, in quel caso, a non essere in regola era il controllore. In quel momento ho realizzato che, forse, sarebbe stato il caso di proporre e organizzare una marcia in Italia per denunciare questo clima di odio, paura e discriminazione». Il viaggio di John Mpaliza è proseguito in Emilia Romagna e si concluderà il 20 ottobre in piazza San Pietro a Roma. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Sara Panizzon
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1