CHIUDI
CHIUDI

23.03.2019

Balzi cerca il bis da sindaco «Un paese vivibile e sicuro»

Il sindaco Franco Balzi al parco Rossi rinnovato.  S.P.
Il sindaco Franco Balzi al parco Rossi rinnovato. S.P.

«Se Santorso è diventato il paese che è oggi, vivibile e sicuro, lo si deve alla partecipazione attiva dei suoi cittadini che in cinque anni, con consigli, proposte e critiche, hanno saputo aiutare non solo me, ma tutta la giunta a svolgere al meglio il nostro lavoro. Vorrei continuare a valorizzare Santorso e per questo motivo ho scelto di ricandidarmi». Così Franco Balzi spiega il motivo per il quale ha deciso di rimettersi in gioco nelle prossime elezioni amministrative. «Il percorso che ho intrapreso sino ad oggi, seppur disseminato di difficoltà, ha dato dei risultati: tra i molti esempi che si potrebbero citare vorrei sottolineare come le buone pratiche svolte da tutta la cittadinanza nella raccolta differenziata in cinque anni hanno portato ad un risparmio del 16% della tariffa dei rifiuti e alla riduzione del 50% del rifiuto secco conferito all'inceneritore. Inoltre accogliendo le proposte del gruppo Buona Pratica abbiamo avviato lo Sportello Energia, progetto premiato anche dall'Europa, oggi esteso ad altri 12 Comuni e ampliato ai temi della sostenibilità ambientale- prosegue FrancoBalzi- Abbiamo ascoltato le esigenze della comunità anche per realizzare opere pubbliche come la ciclabile verso l'ospedale Alto vicentino, la ristrutturazione di villa Miari, il nuovo ecocentro che sostituirà quello in via del Grumo e troverà sede in via Casa Celeste, l’efficientamento energetico della scuola Cipani e laddove le risorse comunali per realizzarle erano scarse, abbiamo cercato nuove opportunità di finanziamento come i fondi europei». In passato come in futuro la salvaguardia ambientale, così come i temi della solidarietà, dell'accoglienza e della sicurezza del paese saranno prioritari per Balzi: «Di fronte alla scelta della Prefettura di collocare 90 richiedenti asilo in un hotel abbiamo avviato un metodo che coniugasse l'esigenza di sicurezza richiesta dai cittadini alla volontà di accogliere in modo strutturato persone fragili- spiega- L'obiettivo, raggiunto grazie al nostro lavoro, era e sarà sempre quello di avere un paese aperto al mondo, al futuro, alla relazione positiva con l'altro». Il sindaco prosegue: «Grande attenzione sarà data ai progetti sociali per avvicinare i giovani al mondo del lavoro, garantire i servizi di assistenza alle persone anziane e con disabilità e a sostenere i bisogni delle famiglie». L’auspicio in caso di rielezione per Balzi è uno in particolare «Vorrei collaborare di più con i colleghi sindaci dei Comuni limitrofi per avviare una visione di insieme che porti a superare le criticità su temi come la salute pubblica e la messa in sicurezza dei nostri territori dai rischi idrogeologici. Vogliamo guardare al futuro con fiducia e, seppure consapevoli della complessità dei problemi, lavorando in sinergia avremo la gli strumenti per poterli affrontare». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Sara Panizzon
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1