Schio

Sale in vetta
allo Stelvio
in sella al "Ciao"

.
Gianni Codiferro col "Ciao" diretto al Passo dello Stelvio
Gianni Codiferro col "Ciao" diretto al Passo dello Stelvio
Gianni Codiferro col "Ciao" diretto al Passo dello Stelvio
Gianni Codiferro col "Ciao" diretto al Passo dello Stelvio

SCHIO. Salire sulle rampe dello Stelvio e raggiungere il mitico passo a pochi metri dal cielo in sella ad un Ciao del ’92. Sogno di una notte di mezza estate, così gli amici dell’Historic Club Schio hanno voluto definire l’avventura di Gianni Codiferro che decide di progettare questa missione impossibile, documentata a soci ed amici con selfie ad ogni tappa degna di nota.

 

È partito venerdì all’alba dopo verifica della buona funzionalità del ciclomotore, con zaino, tenda e sacco a pelo . Poco dopo le 6 era a Trento. Alle 10 i primi problemi ma alle 14 si riparte.  Alle 18,17 la vetta è raggiunta!

Altri guai insorgono seri nel ritorno, perchè a Lana il Ciao esala l'ultimo respiro.