CHIUDI
CHIUDI

12.04.2019

Presunto sicario
viene scarcerato
e torna al lavoro

Il luogo a Schio dove è stato arrestato dai carabinieri. STUDIO STELLA
Il luogo a Schio dove è stato arrestato dai carabinieri. STUDIO STELLA

SCHIO. Serghei Nilov è stato scarcerato ed è tornato in libertà senza ulteriori restrizioni. Il provvedimento con cui la Corte di Appello di Venezia ha disposto che l’operaio 58enne di origine moldave, da anni residente a Schio, fosse liberato, è stato notificato ieri. 

 

Nilov, arrestato a seguito di un mandato di cattura europeo perché sospettato di avere commesso un delitto su commissione in Germania nel 1998, è tornato in libertà perché l’autorità giudiziaria tedesca non ha inviato, nei termini richiesti, la richiesta formale di estradizione con la documentazione a sostegno della domanda. I legali di Nilov ribadiscono l'assoluta estraneità ai fatti contestati, ricordando che in Germania non si è celebrato alcun processo nei confronti del 58enne che, dunque, non ha riportato nessuna condanna. 

 

Intanto anche i datori di lavoro ribadiscono piena solidarietà e sostegno all’operaio, per il quale lunedì si riapriranno le porte dell'azienda. 

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1