CHIUDI
CHIUDI

08.09.2019

Schianto contro l’auto Grave un motociclista

L’elisoccorso è intervenuto ieri a Casotto di Pedemonte
L’elisoccorso è intervenuto ieri a Casotto di Pedemonte

Grave incidente, ieri nella vallata dell’Alto Astico, in località Casotto di Pedemonte, tra una moto e un'auto. Ad avere la peggio, nello scontro, è stato il conducente della motocicletta, che in seguito all'urto è caduto rovinosamente a terra. Il ferito è stato trasportato, in gravi condizioni, a bordo di un elicottero, all'ospedale di Trento. Sul luogo dello schianto sono intervenuti i carabinieri del nucleo radiomobile di Schio, i quali hanno eseguito i rilievi per ricostruire con precisione la dinamica dei fatti. In base alle prime ricostruzioni, sono da poco passate le 13 quando il motociclista, T.Z., 41 anni, di Arzignano, sta procedendo lungo la strada che da Arsiero porta verso Trento. Negli stessi istanti, in direzione contraria, sta sopraggiungendo la vettura condotta da una donna di 55 anni, C.M.D., residente in paese. Non è ancora chiaro cosa possa essere accaduto in quel momento: improvvisamente, all'altezza di Casotto, per cause attualmente in fase di accertamento, la moto si scontra violentemente con l'auto. Nell'urto, il centauro cade rovinosamente sull'asfalto. Subito viene lanciato l'allarme e si mette in moto la macchina dei soccorsi. Sul luogo dell'incidente accorrono un'ambulanza del Suem e i carabinieri del radiomobile di Schio. Il medico e gli infermieri del 118 prestano subito le prime cure al ferito, direttamente in strada: le sue condizioni, però, inducono i sanitari a richiedere l'intervento di un'eliambulanza. L'elicottero atterra poco lontano, il motociclista viene imbarellato e caricato a bordo per poi essere trasferito, in gravi condizioni, all'ospedale di Trento. Una volta arrivato nella struttura trentina, l'uomo viene sottoposto a esami e accertamenti clinici da parte dei medici; in base ai primi responsi, l'arzignanese non sarebbe in pericolo di vita ma la prognosi resta riservata. Nel frattempo, i militari dell'Arma danno il via ai rilievi sul luogo dell'incidente, raccogliendo tutti gli elementi e le testimonianze possibili per ricostruire la dinamica dei fatti. Da una prima ipotesi dei militari sembra che l'auto, al momento dello schianto, stesse svoltando; il motociclista, in arrivo dalla direzione opposta, non sarebbe riuscito ad evitarla. La dinamica, in ogni caso, è ancora in fase di ricostruzione e al momento non vengono scartati altri scenari. Sulla base degli indizi raccolti, spetterà ora ai carabinieri il compito di delineare con chiarezza il quadro dell'evento; sulla base dei risultati dei rilievi, poi, potranno essere attribuite eventuali responsabilità nei confronti dei conducenti dei due mezzi. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Matteo Carollo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1