CHIUDI
CHIUDI

13.10.2019

L’autocarro “puzza” di cannabis: arrestato

La droga sequestrata nel capannone dell’arrestato
La droga sequestrata nel capannone dell’arrestato

Lo fermano ad un posto di blocco e quando si apre la portiera dell’autocarro, i militari annusano subito l’odore inconfondibile della cannabis. È l’inizio dei problemi per Pietro Cipolletta, 34 anni, di Vicenza ma residente di fatto a Piovene Rocchette, che nel Mercedes teneva mezzo grammo di hashish e poco più di anfetamine. Ai carabinieri della stazione piovenese aveva detto di abitare a Vicenza, ma l’informazione è risultata falsa (all’anagrafe del capoluogo era stato cancellato per irreperibilità). Notato l’atteggiamento un po’ troppo remissivo i militari si sono insospettiti e hanno deciso di approfondire le indagini. La prima scoperta è stata che il Cipolletta, conosciuto alle forze dell’ordine ma non per reati legati allo spaccio, risiedeva di fatto in un capannone affittato in via Cima Dodici dove non si svolgeva alcuna attività particolare. Lo hanno visto entrare ed uscire spesso come avesse degli appuntamenti lavorativi ma soprattutto lasciare l’autocarro parcheggiato all’esterno anche di notte. Il tutto è bastato a fare scattare la perquisizione dello stabile per capire cosa accadesse dentro. L’uomo, fra gli effetti personali, teneva 138 grammi di hashish, quantitativo che gli è costato l’arresto per spaccio di sostanze stupefacenti. Ora il 34enne si trova ai domiciliari, nell’abitazione della madre a Vicenza, a disposizione dell’autorità giudiziaria. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

M.SAR.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1