CHIUDI
CHIUDI

12.04.2019

Il vento killer dei boschi diventa spunto per il festival

Lo scorso autunno, tra il 28 e il 31 ottobre 2018, fortissime raffiche di vento colpirono il patrimonio boschivo del territorio comunale, schiantando abetaie e altri alberi secolari non solo sulla zona montana, ma anche in varie parti del paese, fra cui la suggestiva località Pria, spezzando anche le linee elettriche e provocando ingenti danni su varie strutture pubbliche e private. La violenta esperienza vissuta in quei giorni da tregenda è ora diventata il canovaccio di una serata con cui si aprirà il “Festival della montagna”, organizzato fra aprile e maggio in sei appuntamenti. Il primo di questi è previsto per domani sera , alle 20.45, nella sala conferenze del municipio, con la rappresentazione intitolata “Quel gran ventàsso…”. Il relatore è Manuel Grotto, noto storiografo e memorialista. Le fotografie proiettate sono di Luciano Busato. Elena Fabrello e Francesco Dalla Riva leggeranno poesie tratte dal libro “Duetti a secco per donne alle bifore”. Il ricavato dalla vendita di questo volume è destinato a sostenere la manutenzione del rifugio Vettori eretto sul monte Caviojo alla memoria di un giovane arsierese innamorato delle arrampicate sulle montagne di casa. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

G.M.F.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1