CHIUDI
CHIUDI

02.02.2017

Con Terrazzi_Amo
più dignità
alle masiere

I terrazzamenti a Laghi (FILOSOFO)
I terrazzamenti a Laghi (FILOSOFO)

ARSIERO. Prenderà avvio sabato (4/2), alle 15.30, nella sala conferenze del palazzo municipale, il progetto “Terrazzi_AMO”, un ciclo di incontri, workshop ed escursioni, programmati nei prossimi mesi in un percorso di riscoperta e rigenerazione dei paesaggi terrazzati compresi tra la Val Posina e la Val d’Astico. Terrazziamo è coordinato da Avvi studio associato, in collaborazione con Vaghe Stelle/Equistiamo, La Locomotiva cooperativa sociale, l’agriturismo Il Giglio Rosso, Terre Vegre, l’arch. Renzo Priante e il dottore forestale Omar Oliviero, col patrocinio dell’Unione Montana Alto Astico e i Comuni di Arsiero, Laghi, Lastebasse, Posina e Tonezza. Il primo incontro di sabato sarà tenuto dal geografo Mauro Varotto e dalla ricercatrice Angelica Dal Pozzo, entrambi dell’Università di Padova, relatori sul tema “Perché un incontro mondiale sui paesaggi terrazzati in Italia”. A seguire, da parte delle associazioni e dei soggetti proponenti, l’esposizione del ricco programma di Terrazziamo, con l’esperienza condotta in Val Posina e Val Tovo”, e l’inaugurazione della mostra “Un mondo di paesaggi terrazzati”. “I terrazzamenti – sostiene il sindaco di Arsiero e presidente dell’Unione Montana, Tiziana Occhino – sono un paesaggio che contraddistingue anche il territorio del Vicentino. Spesso dimenticati a causa dell’abbandono e del rimboschimento degli ultimi decenni, è nostro desiderio farli conoscere, promuovere e rigenerare”. Obiettivi che sono condivisi anche dagli stessi promotori di TerrazziAmo, “per favorire la consapevolezza da parte delle comunità locali, andando poi ad esplorare le potenzialità di un movimento di cooperazione agricolo-turistica, per arrivare a mettere l’eredità dei paesaggi terrazzati al centro delle nostre scelte per il futuro”. 

Giovanni Matteo Filosofo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1