CHIUDI
CHIUDI

02.03.2020

Nuovi roghi
nei boschi: l'ombra
dei piromani

Interventi in serie dei vigili del fuoco per incendi boschivi. ARCHIVIO
Interventi in serie dei vigili del fuoco per incendi boschivi. ARCHIVIO

Ancora incendi in territorio boschivo, nell'Alto Vicentino. Questa volta le fiamme si sono levate a Torrebelvicino, nella zona di contra' Navieron, in due punti distinti. Una circostanza che fa propendere per la natura dolosa dei roghi. L'altra sera i vigili del fuoco di Schio sono dovuti intervenire per spegnere le fiamme, assieme ai volontari della protezione civile "Pasubio". Fortunatamente, gli incendi sono stati spenti in breve tempo, evitando che il fuoco di propagasse ulteriormente.

 

Nell'Alto Vicentino, in particolare a Schio e dintorni, torna così l'incubo dei piromani: poche ore prima dei nuovi episodi altri due roghi erano scoppiati al Tretto, senza contare i fuochi domati sul Monte Summano qualche settimana fa. L'altra sera l'allarme è scattato intorno alle 19, con la chiamata al 115. I pompieri del distaccamento di Schio sono subito accorsi sul luogo della segnalazione e hanno immediatamente dato il via allo spegnimento delle fiamme. In breve, sono arrivati anche i volontari della protezione civile "Pasubio". A prendere fuoco erano stati due lotti di terreno di 2 mila metri quadri ciascuno. Le fiamme sono state domate e l'intervento dei vigili del fuoco si è concluso poco dopo le 21.30; i volontari della protezione civile hanno poi proseguito con la bonifica dell'area per impedire che l'incendio potesse ripartire.Un altro incendio di sterpaglie a Cogollo del Cengio, in via Volta, intorno alle 22.30. Anche in questo caso i pompieri sono intervenuti per spegnere l'incendio, scoppiato al limitare del giardino di un'abitazione, a ridosso della campagna, in un fossato. Solo poche ore prima i vigili del fuoco scledensi e i volontari della protezione civile "Summano" erano dovuti intervenire a Schio per due incendi, la notte precedente, sul Tretto. La prima uscita, intorno alle 22.30, aveva riguardato un incendio a Santa Caterina, dove il fuoco aveva aggredito una striscia di bosco e alcune sterpaglie. Successivamente, i pompieri erano intervenuti a San Rocco, per un secondo incendio. Anche su questi episodi, verificatisi in due aree ben distinte, si allunga l'ombra del dolo.

Matteo Carollo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1