CHIUDI
CHIUDI

28.03.2019

Si è spenta Maria E il paese perde l’ultima macelleria

La storica macelleria “Dalle Fusine” chiusa.  B.C.Maria Caterina Menegozzo.  B.C.
La storica macelleria “Dalle Fusine” chiusa. B.C.Maria Caterina Menegozzo. B.C.

Con la scomparsa di Maria Caterina Menegozzo, per tutti in paese la “Maria Casòna”, ha abbassato per sempre la serranda un altro negozio storico del centro storico dove si contano sempre più buchi vuoti. Un problema, quello della desertificazione commerciale legata alla sparizione dei cosiddetti negozi di vicinato, che fa il palo con l’incremento della medio - grande distribuzione nei centri vicini, Schio ma anche Malo e Marano, per restare nel giro di una manciata di chilometri. E così i paesi più piccoli restano privi di servizi essenziali. Stavolta a chiudere è la storica macelleria “Dalle Fusine”, che esponeva l’insegna al civico 5 di via Trento Trieste. Prosegue così senza sosta la crisi delle piccole attività commerciali sanvitesi schiacciate dalla grande distribuzione presente nei comuni limitrofi. La macelleria era stata aperta agli inizi del secolo scorso in via Roma da Giuseppe Dalle Fusine, classe 1889. «Del nonno conservo ancora una multa inflittagli dalla polizia austro-ungarica in Vezzena perché sorpreso a trasportare mezzo vitello sotto il carretto senza aver pagato il dazio doganale – ricorda Giovanni Dalle Fusine che, con la cessazione dell’attività a gestione familiare, ha deciso di continuare a lavorare nella grande distribuzione -. Suo figlio Giuseppe, mio padre – prosegue Dalle Fusine, 56 anni, giornalista pubblicista che pubblica periodicamente articoli e contributi a carattere storico, svolge ricerche e approfondimenti storiografici ed è autore di una quindicina di libri sulla Grande Guerra - mi raccontava che era solito comprare il bestiame dai contadini o ai mercati di Thiene e Vicenza e poi svezzava i vitelli. In stalla teneva anche 2 o 3 maiali; tutte le bestie venivano poi macellate nel mattatoio annesso al negozio.» Alla morte del signor Giuseppe, la moglie Maria Caterina ha preso in mano la gestione dell’attività supportata dalla figlia Loredana che ha anche fatto parte del direttivo della sezione sanvitese dell’Associazione commercianti. Nel 2013, alla morte della sorella “Lory”, Giovanni Dalle Fusine ha proseguito da solo fino alla definitiva chiusura della macelleria, l’ultima rimasta in paese. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Bruno Cogo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1