CHIUDI
CHIUDI

10.12.2019

Petizione dei genitori contro la mensa

La sala refettorio della nuova scuola elementare “Rigotti” di Malo.  STUDIO STELLALa scuola elementare al momento dell’inaugurazione un anno fa
La sala refettorio della nuova scuola elementare “Rigotti” di Malo. STUDIO STELLALa scuola elementare al momento dell’inaugurazione un anno fa

Migliorare la qualità del cibo, proporre menù variegati ed equilibrati, con una predilezione per i prodotti biologici. Sono alcune delle richieste avanzate al Comune dal comitato genitori dell'Istituto comprensivo “G. Ciscato” per quanto riguarda le mense scolastiche; ed hanno avviato una raccolta firme., in vista della redazione del nuovo bando 2020 per il servizio che interessa le scuole dell'infanzia Rossato e di Case, nonché le elementari Rigotti, di Molina e di San Tomio.La decisione di lanciare la sottoscrizione è stata presa per supportare l'attività portata avanti dal consiglio d'istituto e dal gruppo di assaggiatori. I genitori hanno dunque fissato alcuni punti, chiedendo che vengano inseriti dal Comune nel prossimo bando. Notando come negli anni passati siano stati proposti menù troppo “sbilanciati” verso determinati tipi di alimenti, ad esempio troppo ricchi di carne o ancora di legumi e cereali, i promotori della raccolta firme chiedono un menù variegato ed equilibrato, con le giuste quantità di cereali, legumi, pesce, uova e carne bianca; gli stessi alimenti dovranno essere alternati in maniera adeguata. I genitori puntano inoltre il dito contro il metodo di cottura refrigerato, il cosiddetto “Cook and Chill”; chiedendo dunque una maggior qualità per le derrate alimentari impiegate nella preparazione dei pasti, arriva anche l'indicazione di prediligere, nell'affidamento del servizio, aziende con un centro di cottura il più vicino possibile al luogo di somministrazione dei pasti. Il pane servito oggi nelle mense arriva da un fornitore locale ed è biologico, così come l'olio e la maggior parte della frutta: da qui il comitato chiede di partire per puntare su prodotti “bio”, tradizionali, a denominazione protetta Igp e Dop, a km zero e derivanti dall'agricoltura sociale. Per quanto riguarda il pesce, si chiede che non sia ricomposto e che vengano preferiti merluzzo, nasello, platessa ad esemplari quali pangasio e tilapia; sul fronte della frutta e della verdura, meglio puntare sui prodotti di stagione, mentre le uova dovrebbero essere fresche e di categoria A. Considerato poi che l'azienda appaltante spesso si appoggia ad altri soggetti, i quali forniscono prodotti finiti, come la pizza, i genitori chiedono la trasparenza e la tracciabilità dei fornitori. Tutte le segnalazioni di genitori, insegnanti e dell'Ulss, secondo il comitato, dovranno poi essere inseriti in uno storico, con l'obiettivo di monitorare in maniera puntuale le performance del fornitore. Infine, nella raccolta firme i promotori chiedono la digitalizzazione del pagamento del pasto e del controllo dei pasti erogati. Il tema è stato al centro di un'interrogazione presentata in consiglio comunale dalla capogruppo di Progettiamo Malo Elisa Gonzo. «Nella stesura del capitolato, nella parte relativa alle scuole, verranno prese come riferimento le linee per la ristorazione scolastica della Regione - ha risposto l'assessore all'istruzione Maria Teresa Corzato -. Abbiamo chiesto all'istituto comprensivo di farci pervenire eventuali consigli, i quali sono stati poi inseriti nel capitolato». «Oggi abbiamo mangiato bene in mensa - ha specificato Gonzo, che ha evidenziato il suo ruolo di genitore assaggiatore -. Il problema è che non è così tutti i giorni. Probabilmente c'è una fase di monitoraggio del fornitore che deve essere gestita in maniera diversa». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Matteo Carollo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1