CHIUDI
CHIUDI

12.11.2019

Pedemontana: gip
dissequestra
cantiere galleria

La galleria di Malo
La galleria di Malo

Il Gip del Tribunale di Vicenza ha autorizzato il concessionario Spv Spa a proseguire i lavori della Galleria Naturale, lato Malo, del cantiere della Superstrada Pedemontana Veneta. Lo rende noto oggi la struttura di progetto dell’infrastruttura. Il giudice ha accolto una richiesta in questo senso avanzata da Spv Spa, per proseguire i lavori nella galleria dove avvenne un incidente mortale nel 2016, ai fini della messa in sicurezza. «Questa decisione è importante - prosegue la nota - non solo per lo sblocco della situazione, ferma dal 2016 sul lato di Malo, ma anche per le affermazioni del perito del Giudice, prof. Genevois, riportate nel provvedimento stesso, che valida in toto il sistema tecnico di ancoraggio proposto, in base alle risultanze delle prove effettuate. Quindi è sancito che il sistema che il costruttore ha proposto di impiegare per la messa
in sicurezza della galleria è del tutto adeguato». Il concessionario - ricorda Spv - tra novembre 2018 e aprile 2019, ha sviluppato sette campi di prova per testare
direttamente la migliore soluzione di chiodi in acciaio e betoncini e scegliere la più affidabile. Alcune non sono risultate soddisfacenti, mentre due soluzioni si sono rivelate adeguate; una di queste ultime è stata scelta dal concessionario
ed evidenziata nella richiesta di dissequestro. Il 7 novembre scorso il Tribunale berico aveva ridotto le aree di sequestro dei depositi di materiale adiacenti al costruendo casello di Malo. I consulenti hanno campionato i materiali, prelevati e conservati in altro ambito protetto, permettendo quindi il dissequestro e la ripresa completa dei lavori anche in quella tratta. Ciò permetterà di procedere più speditamente nel completamento del casello, prossimo all’apertura al traffico.

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1